Snapchat unisce l’utile al dilettevole: questa funzionalità farà guadagnare tanti soldi

Nel segno dei creator. Snapchat varca l’ultima frontiera del suo piano, seguendo le orme di YouTube e inserendo le pubblicità nelle Stories, i cui proventi saranno condivisi proprio con chi ha creato quel determinato tipo di contenuto.

Snapchat 20220216 cell
Snapchat, ecco le novità – Adobe Stock

Un nuovo modo per guadagnare denaro, dunque. L’applicazione multimediale per smartphone e tablet sta testando la nuova funzionalità, data da annunci mid-roll che compaiono nelle storie di un piccolo gruppo di creatori statunitensi: il lancio più corposo è di là da venire. Ma come funzionerà? Così.

Quando un annuncio verrà inserito nella storia di uno Snap Star, la piattaforma britannica condividerà le entrate con i creatori. La società afferma che la quota di compartecipazione alle entrate si basa su una formula che tiene conto di metriche come la frequenza di pubblicazione e il coinvolgimento.

Snapchat: i creatori otterranno una riduzione delle entrate pubblicitarie sulle storie

Snapchat 20220216 cell 2
Snapchat – Adobe Stock

Attualmente la funzione è disponibile solo per Snap Stars, che sono creatori o personaggi pubblici con un ampio seguito che sono stati verificati su Snapchat, indicati da una stella d’oro. Ma non è escluso affatto che in seguito sarà un privilegio di tutti gli utenti di uno dei dieci domini più cliccati al mondo, nel 2021.

LEGGI ANCHE >>> Emporia TOUCHsmart.2 disponibile anche in Italia: i dettagli dello smartphone per anziani

La forza di Snapchat negli ultimi anni è stata proprio questa: il continuo aggiornamento di molto modi a disposizione per i creator per monetizzare la loro presenza sull’applicazione, unendo appunto l’utile al dilettevole.
Gli utenti di Snapchat vedono già gli annunci tra le storie degli amici e nella sezione “Scopri”, ma questa è la prima volta che i creatori otterranno una riduzione delle entrate pubblicitarie sulle storie. Ciò avviene poco dopo che Snapchat ha segnalato che gli utenti si stavano spostando verso contenuti in stile TikTok su Storie.

LEGGI ANCHE >>> Iliad ha già un pericoloso rivale: l’offerta PosteCasa disponibile in promo “lampo”

Il CEO di Snap, Evan Spiegel, uno dei tre fondatori della piattaforma insieme a Bobby Murphy e Reggie Brown, ha assicurato agli investitori, all’inizio di questo mese, che gli utenti trascorrono meno tempo a pubblicare e visualizzare storie e invece a guardare i contenuti su Spotlight, l’equivalente TikTok di Snapchat.

Nel tentativo di invogliare gli utenti a creare più contenuti video verticali per Spotlight, la società britannica ha annunciato che avrebbe pagato 1 milione di dollari al giorno, fino alla fine del 2020. Ora, Snapchat afferma di pagare milioni di dollari al mese ai creatori che realizzano i migliori video Spotlight.

Soltanto l’anno scorso, Snapchat ha annunciato Spotlight Challenges, premi in denaro per gli utenti che creano i migliori video utilizzando obiettivi, suoni o argomenti specifici. La società afferma di aver pagato più di 250 milioni di dollari ai creatori, soltanto nel 2021. Un numero destinato a crescere con l’avvento delle pubblicità, nel 2022.