Samsung, un nuovo e spettacolare brevetto mostra come saranno i futuri smartphone Galaxy Z Fold

Un nuovo brevetto Samsung mostra quale potrebbe essere l’innovativo futuro della gamma di smartphone Galaxy Z Fold

brevetto Samsung Galaxy Z Fold
Tre display per rivoluzionare il settore degli smartphone pieghevoli (Immagine by Let’s Go Digital)

Samsung continua a puntar forte sugli smartphone pieghevoli, un settore sul quale la stessa azienda coreana ha dimostrato di credere a tal punto da mettere di canto la storica gamma Galaxy Note. Il colosso coreano è conscio della popolarità (e delle potenzialità) dei suoi dispositivi ed è per questo che sta già lavorando a maniche rimboccate per continuare a innovare il mercato, smarcandosi al tempo stesso dall’agguerrita concorrenza (vedasi in ultimo l’Oppo Find N).

Come riportato dal sito online olandese Let’s Go Digital, Samsung avrebbe già depositato un particolare brevetto che mostra l’intendimento della società di Seoul sul futuro della gamma Galaxy Z Fold. In particolare, il documento rappresenta alcuni schizzi di uno smartphone impreziosito da tre pannelli in grado di combinarsi l’uno con l’altro per formare un solo schermo dalle dimensioni di un tablet.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> WhatsApp lavora alle chat di gruppo: pronta una nuova feature utilissima

Samsung e quella lettera “Z” a mo’ di chiusura del cerchio

brevetto Samsung Galaxy Z Fold
Il brevetto di Samsung scandagliato da Let’s Go Digital (Immagine by Let’s Go Digital)

L’idea di Samsung si pone dunque come evoluzione naturale dell’attuale Galaxy Z Fold 3 e alimenta quel progetto tutt’altro che velato che ambisce a coniugare sotto un unico prodotto due mondi praticamente agli antipodi, quantomeno per dimensioni: gli smartphone e i tablet. Un dispositivo che strizzerebbe innanzitutto l’occhio alla produttività e all’utilizzo business, grazie anche alle ottimizzazioni software di Samsung e alla disponibilità di un pannello estensibile a seconda delle esigenze.

Lo smartphone immaginato da Samsung è inoltre caratterizzato da un meccanismo di piegatura a forma di “Z”, la stessa lettera che contraddistingue la fortunata gamma di foldable coreani. Emerge quindi con nettezza la differenza rispetto al Galaxy Z Fold 3: anziché piegarsi a mo’ di libro, il terzo pannello implementato dentro al dispositivo si piegherebbe verso l’esterno, seguendo un meccanismo molto simile a quello del Mate X di Huawei.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Apple for privacy: un brevetto per tenere al sicuro tutte le foto

In ogni caso, bisogna dire che ci troviamo di fronte a una rappresentazione soltanto su carta. Ben diversa sarà invece la realizzazione e fattibilità nel concreto, ma quantomeno la strada sembra essere già tracciata e con essa il futuro degli smartphone pieghevoli di Samsung.