Pc: Mercato in crisi, Lenovo in testa, crescita per Apple e Dell

Il mercato dei Pc, dopo un leggero rimbalzo positivo dovuto al blocco del supporto di Windows XP avvenuto lo scorso anno, conferma uno stato di crisi con una contrazione del 7.7 percento anche nel terzo trimestre del 2015.

Il mercato dei Pc, dopo un leggero rimbalzo positivo dovuto al blocco del supporto di Windows XP avvenuto lo scorso anno, conferma uno stato di crisi con una contrazione del 7.7% anche nel terzo trimestre del 2015.

Le vendite di Pc dovrebbero leggermente risalire nei prossimi trimestri dopo l’introduzione di Windows 10; evento che solitamente porta una certa dose di ottimismo sul mercato.

Tuttavia, l’avanzata di smartphone e tablet ha fortemente colpito il settore con ampi bacini di utenti che hanno preferito acquistare altre tipologie di prodotti piuttosto che rinnovare il proprio pc.

Lenovo si conferma leader di mercato con il 20,3% di quota, anche se sconta quasi 700 mila Pc venduti in meno, seguita da con il 18.5% e Dell a quota 13.8%.

Quarto posto per Apple che con il suo Mac OS si assesta sul 7,6% di mercato, con vendite stabili ma profitti in salita.
Seguono poi Acer con il 7.4% e infinte Asus con il 7.1%.

In termini di vendite, solo Apple e Dell incrementano la quantità di prodotti, con una crescita di circa 100 mila Mac venduti per Apple e poco più di 5000 per Dell.

In termini globali, il settore passa da 79,8 milioni di device venduti a circa 73,7 milioni.

Se guardiamo i diversi mercati, troviamo comunque delle sorprese: il mercato statunitense cresce dell’1,3%, trainato soprattutto da Lenovo.

Le vendite negli Usa passano da 16,7 a 16.9 milioni di pezzi, con Lenovo che cresce del 22%, passando da 1.7 a 2.1 milioni di pezzi venduti.

Tutti positivi i dati di vendita dei produttori, fatta eccezione per Asus che vede ridursi le vendite in maniera piuttosto evidente perdendo quasi il 19.7% di mercato.