OxygenOS Open Beta 4 arriva su OnePlus 8 e 8 Pro: le novità

OnePlus 8 e 8 Pro si aggiornano al sistema operativo OxygenOS Open Beta 4. Ecco tutte le novità in arrivo sugli smartphone

Tante novità in arrivo per gli OnePlus 8 e 8 Pro. Il colosso della telefonia mobile sta continuando ad aggiornare i propri smartphone top di gamma, sempre più all’avanguardia e che puntanona raggiungere il livello dei grandi colossi Apple, Samsung, Huawei e Xiaomi. Le funzionalità a disposizione degli utenti sono sempre più complete e variegate, e presto se ne aggiungeranno di nuove.

È infatti disponibile OxygenOS Open Beta 4, nuovo sistema operativo che comporterà alcune interessanti migliorie. Come spesso accade, gli sviluppatori si sono concentrati principalmente alla correzione di diversi bug e ad alcune migliorie per ciò che riguarda la sicurezza dei dispositivi. Ma andiamo a vedere nel dettaglio cosa cambia con la nuova Open Beta 4.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>  Apple: ecco come viene riciclata la luce dello schermo

OnePlus 8 e 8 Pro, le novità di OxygenOS Open Beta 4

OxygenOS 11
Tutte le principali novità dell’update (Screenshot)

Tante le novità implementate su OnePlus 8 e 8 Pro con il nuovo sistema operativo aggiornato OxygenOS Open Beta 4. Come già detto, gli sviluppatori si sono concentrati sulla risoluzione di bug e problemi, non dimenticando la sicurezza dei dispositivi. È stata ottimizzata la stabilità delle chiamate, così come il consumo energetico del dispositivo. Migliorie anche per l’interfaccia dell’app Alarms e di quanto si usano più app a schermo condiviso. Risolti alcuni problemi, tra cui il frame rate di gioco e la tecnologia NFC.

Per ciò che riguarda il Google Play Store, risolto il problema che non permetterà di installare alcune applicazioni, e migliorato il lag con il lettore MX. Per quanto concerne la patch di sicurezza, è stata implementata la 2020.11 di Android. Infine, risolto il problema relativo alla disconnessione automatica del WiFi.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>>  Amazon, Black Friday rinviato in Italia? La richiesta di Confesercenti