Nokia al centro della bufera: i suoi smartphone bannati in molti paesi d’Europa

Non il migliore dei momenti per HMD Global, con i suoi smartphone Nokia che sono stati bannati in diversi paesi d’Europa

Se già di per sé gli smartphone Nokia non godano di buona reputazione da anni, ad aggravare la situazione ci stanno pensando controversie di tipo legale. Diversi paesi europei hanno infatti deciso di mettere uno stop alla vendita dei device in questione. E si parla anche di mercati importanti come Germania e Svizzera.

nokia europa 20220226 cellulari.it
Nuovi problemi per Nokia ed HMD Global in Europa. Ecco cosa sta succedendo (Adobe Stock)

Ad eccezione del Nokia G21 e del G11, tutti gli altri modelli dell’azienda sono stati catalogati come “esauriti” nelle due località sul portale web ufficiale. In realtà, però, il problema sembra essere di caratura ben maggiore. Ed HMD Global si sta trovando già da ora a dover fronteggiare una controversia non da poco.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Chi è il miglior operatore telefonico? I risultati dell’indagine sorprendono

Smartphone Nokia bannati in Europa, cosa sta succedendo

nokia europa 20220226 cellulari.it
L’azienda finlandese è stata citata in giudizio per l’utilizzo di standard di codifica audio senza licenza (Unsplash)

La notizia è stata inizialmente divulgata da Androidauthority. Gli smartphone Nokia sono già stati bannati in diversi Paesi d’Europa, tra cui Germania, Svizzera, Francia e Spagna. Ma anche l’Italia, dove è possibile trovare solamente il Nokia G21. Per ora il Regno Unito attende e sta continuando a vendere anche gli X20, X10 e altri dispositivi della gamma di HMD Global. Ma cosa sta succedendo? In parole povere, l’azienda è stata citata in giudizio dalla società VoiceAgeEVS LLC per l’utilizzo degli Enhanced Voice Services. Si tratta di uno standard di codifica audio, senza però averne la licenza.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Allarme dall’Ucraina: attenzione al malware ‘wiper’, può distruggere i dispositivi

HMD è convenuta in una serie di azioni legali intentate da VoiceAgeEVS LLC in diverse giurisdizioni, inclusa la Germania. Siamo molto delusi dall’espletamento delle procedute e a dicembre abbiamo presentato un reclamo. Nel mentre, ci siamo assicurati che nessuno dei device offerti e distribuiti in Germania supporti gli EVS” ha spiegato il produttore con una dichiarazione diffusa in diversi punti vendita tedeschi.