Al CES 2021 arriva la mascherina tecnologica: ecco com’è fatta

Debutta sul palco virtuale del CES 2021 l’innovativa mascherina tecnologica: ecco com’è fatta e quali sono i vantaggi nell’indossarla.

MaskFone mascherina tecnologica
La mascherina tecnologica di Binatone (Screenshot YouTube)

Il CES 2021 in scena a Las Vegas ha finora posto sotto l’angolo di visione alcune tecnologie senza dubbio particolari (si pensi, a titolo esemplificativo, al programma di riutilizzo dei vecchi smartphone Samsung), proiettando lo sguardo verso il futuro del mercato hi-tech. In tal senso, non poteva non trovare spazio anche la mascherina tecnologica, peraltro perfettamente affine con l’attuale crisi epidemiologica che stiamo vivendo. Un modo in più, se vogliamo, per collegare presente e l’avvenire sotto un unico denominatore comune, nell’ottica di un superamento di alcuni limiti di un oggetto ormai entrato prepotentemente nella nostra vita quotidiana.

Sono già molteplici i progetti attorno alla mascherina “smart”, eppure quello divulgato al CES 2021 dall’azienda britannica Binatone è senza dubbio il più particolare: la società specializzata nel campo delle telecomunicazioni ha infatti trasformato la maschera in un vero e proprio centro di intrattenimento, in virtù della presenza di un microfono e un paio di auricolari wireless implementati all’interno dell’oggetto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Insulti sui social, non è terra franca: cosa si rischia

La mascherina che permette di fare chiamate e ascoltare la musica

mascherina tecnologica
La mascherina tecnologica presentata al CES 2021 (Screenshot YouTube)

Etichettata sotto l’eloquente appellativo di MaskFone, la mascherina tecnologica è composta da un microfono integrato nella parte anteriore del tessuto e auricolari incastonati tra i passanti. Di conseguenza, l’utente potrà ascoltare la musica od effettuare una chiamata, controllando peraltro il volume di riproduzione, in virtù della presenza di appositi pulsanti posizionati sul fondo esterno della maschera. Non mancano, ad ogni buon conto, accorgimenti necessari per la sicurezza, dal momento che l’innovativo pezzo di tecnologia potrà anche adattarsi agli inserti di tipo N95 (commercializzati tuttavia a parte), al fine di migliorare efficacia contro gli agenti esterni. Tra i vantaggi, spicca altresì il pieno supporto con gli assistenti Google, Alexa e Siri.

Il prezzo necessario per accaparrarsi MaskFone è di 50 dollari, ma prima di far un pensiero sull’acquisto è opportuno focalizzare l’attenzione sui principali difetti di una tale tecnologia. In primo luogo, la mascherina tecnologica non può essere lavata agevolmente, e questo rappresenta indubbiamente lo svantaggio più grande, giacché sacrifica pesantemente la sicurezza e i costi economici (stante la necessità di acquistarne più di una).

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Samsung 2021, quali sono i nuovi modelli di smart robot – VIDEO

In seconda battuta, l’autonomia della mascherina smart è di 12 ore, dopodiché sarà necessario ricaricarla tramite cavo USB. Insomma, si tratta di una soluzione senz’altro apprezzabile sotto il profilo teorico, ma destinata tuttavia a trovare poca diffusione nel caso pratico. Di seguito, potete comunque ammirare un video promozionale pubblicato da Binatone sul suo inedito oggetto tecnologico.