Mark Zuckerberg: “Oculus vi teletresporterà sul posto di lavoro”

Mark Zuckerbeg ha parlato di Oculus e dei progetti relativi a questo marchio, che presto permetterà di “teletrasportarvi a lavoro”.

Oculus
Zuckerbert promette: “Oculus vi farà teletrasportare” (Screenshot)

Mark Zuckerberg è una di quelle personalità che da sole possono cambiare per sempre il mondo. Già lo ha fatto, se ci pensiamo, dato che con il suo Facebook ha creato il primo vero e proprio social network in senso moderno, che ha cambiato per sempre il mondo. Con Facebook si è creata una frattura nel tempo, che ha portato il mondo ad usare sempre di più il web e soprattutto a vederlo come un luogo dove accedere quotidianamente, continuamente, per interagire con gli altri, conoscere persone, trovare l’amore, lavorare, informarsi. Insomma, se c’è qualcuno che può rivoluzionare il mondo attraverso una nuova tecnologia o un tipo diverso di modo di utilizzare una tecnologia, senza dubbio è lui. E in questo caso come tecnologia parliamo di Oculus.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Digitale Terrestre, modifiche al Mux di una regione: lista da aggiornare

Mark Zuckerberg: “Oculus vi teletresporterà ovunque”

Mark Zuckerberg
Mark Zuckerberg (Screenshot)

Oculus era nato dal nulla, una delle tante sturtup con sogni enormi e zero capitale. Dopo un incredibile ed esplosivo successo iniziale, proprio Facebook decise di acquistare il marchio per oltre 2 miliardi di dollari, con l’intenzione di fare qualcosa di grande. Un qualcosa che però, al momento, ancora manca. Ora però Mark Zuckerberd rilancia e fa delle promesse importanti a milioni di persone. Infatti parlando del futuro di Oculus, il numero uno di Facebook ha affermato che “Le nuove generazioni di Oculus permetteranno agli utenti di teletrasportarsi da un luogo all’altro senza muoversi da casa”.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Netflix fa la voce grossa: giro di vite sull’account sharing?

Una promessa certamente importante, che potrebbe rivoluzionare in modo importante diversi ambiti della vita di tutti i giorno. Infatti questo tipo di utilizzo sarà ampliato “Non solo per giochi e intrattenimento, ma anche per lavoro”. Parliamo di qualcosa di veramente nuovo per la realtà aumentata, che potrebbe ora tornare ad avere il ruolo che le spetterebbe dopo qualche anno di alti e bassi.