Le più diffuse mail di spam e phishing del 2021 secondo un rapporto di Kaspersky

Il 2021 è stato un anno ricco di insidie per gli utenti. Ecco quali sono le mail di spam e phishing più diffuse secondo Kaspersky

Più passa il tempo, più aumentano le minacce in rete. La sicurezza degli utenti è continuamente messa a repentaglio da SMS, mail e tentativi vari di phishing e malware. Il 2021 non è stato da meno in questo senso, anzi. Kaspersky ha pubblicato il consueto report annuale sul tema.

mail phishing 20220212 cellulari.it
Kaspersky ha pubblicato un rapporto aggiornato sulle principali mail di phishing diffuse nel 2021 (Adobe Stock)

Stando a quanto si legge, il metodo più utilizzato dai malintenzionati è stato quello legato ad argomenti popolari come gli investimenti lucrativi, lo streaming online e l’emergenza pandemica.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Disney+ potrebbe aumentare il costo degli abbonamenti: tutti i dettagli

Spam e phishing, le mail più diffuse del 2021

mail phishing 20220212 cellulari.it
Diversi i tremi trattati. Dall’emergenza pandemica alle criptovalute, passando per le prime al cinema e i Green Pass falsi (Pixabay)

Le mail di spam e phishing hanno saputo colpire migliaia di vittime in tutto il mondo nel corso dell’ultimo anno. Lo ha svelato Kaspersky col suo consueto report, concentrandosi sulle armi utilizzate dai cybercriminali per colpire utenti ignari di quello che stava succedendo. Uno degli argomenti maggiormente trattati è stato quello degli investimenti in criptovalute. Opportunità uniche, sicurezza garantita, guadagno assoluto e tante altre parole chiave volte ad attirare l’interesse delle persone.

Sfruttato anche l’argomento cinema, con i criminali che promettevano accessi esclusivi alle proiezioni di film appena usciti, dei quali venivano allegati trailer o video introduttivi. Per parteciparvi, veniva richiesto l’inserimento di dati di pagamento.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Anche Vodafone mette in vendita i Samsung Galaxy S22: prezzi e rate

E non poteva mancare l’emergenza pandemica. Tra risarcimenti da parte dei governi e accesso a certificati di vaccinazione, sono stati rubati milioni di euro. Si parla sia di risarcimenti sponsorizzati che di Green Pass offerti in cambio di denaro. E nemmeno le aziende sono al sicuro da questi tranelli. Stando a quanto segnalato da Kaspersky, moltissimi dipendenti sono stati colpiti da avvisi in cui veniva richiesto di confermare il proprio account aziendale.