L’ardito piano di Google: sfida Samsung sul terreno degli smartphone pieghevoli

Tutti pazzi per i pieghevoli. Samsung la prima a scommetterci, a lanciarsi ad alta velocità, una sgasata terribile quella dell’agosto scorso con i suoi due foldable che hanno segnato l’asticella per competere con il colosso sudcoreano.

Xiaomi, Motorola e OPPO si sono mosse, accelerando. Google si lancia all’inseguimento di Samsung, convinta di riprendere i sudamericani con Pixel Notepad. Già, così si dovrebbe chiamare il prossimo pieghevole proveniente da Mountain View, non Pixel Fold si pensava all’inizio.

Foldable 20220126 cell
Google sfida Samsung nel mercato dei foldable – Adobe Stock

Google spinge il piede sull’acceleratore, sta sviluppando il suo foldable che si allontanerebbe dal Galaxy Z Fold 3 di Samsung per avvicinarsi di più al concept del Find N di Oppo che tanto sta piacendo, ostentando un certo ottimismo per il rilascio proprio in questo 2022.

Google, il Pixel Notebook prende una strada diversa dai foldable made in Samsung

Google Pixel Notebook 20220126 cell
Google Pixel Notebook – Adobe Stock

Più corto e più largo. Il Pixel Notebook sta prendendo forma così. L’altezza della situazione Google la ricerca altrove, non nelle misure. Pixel Notebook dovrebbe utilizzare il chip Tensor della serie Pixel 6, ma opterà per una selezione di fotocamere inferiore.

LEGGI ANCHE >>> TIM, Vodafone, Windtre o altro? La scelta migliore si fa così

Secondo forti indiscrezioni, la fotocamera principale sarà il collaudato sensore IMX363 da 12,2 MP dalle serie Pixel 2 a 3, 4 e 5. Secondo quanto riferito, infatti, il sensore Samsung GN1 da 50 MP della serie Pixel 6 è stato respinto a causa del suo spessore. Ci sarà un sensore ultrawide IMX386 da 12 MP e due IMX355 da 8 MP per i selfie, probabilmente uno sullo schermo esterno e uno su quello interno.

LEGGI ANCHE >>> Problemi di memoria? Con questo trucco, Telegram occuperà meno di 80 MB

Piuttosto, il Sony IMX363 principale da 12,2 megapixel del Pixel 3-5a rimarrà in uso poiché è più sottile di quello introdotto con il Pixel 6. Sarà affiancato da un IMX386 ultra-ampio da 12 megapixel. Ci si aspetta che un paio di IMX355 da 8 megapixel per i selfie completino il complemento della fotocamera del Blocco note.

La corsa ai pieghevoli, dunque, s’accende. Google vuole terminare il prodotto entro la fine di questo 2022, con un divario però fra le uscite statunitensi e internazionali. La sfida a Samsung, dunque, viene lanciata. Lo si capisce dai prezzi.

Sono in molti a pensare che il Pixel Notepad di Google si potrebbe aggirare intorno ai 1400 dollari, poco più di 1200 euro, non poco. Con una differenza, presumibilmente, di 500 dollari tra Pixel 6 Pro e Pixel Notepad. In confronto, questo sono 100 dollari in più (al netto di promo varie) rispetto alla differenza che intercorre tra il Galaxy S21 Ultra da 1.199 dollari e lo Z Fold 3 da 1.799,99 dollari.