La luna sta cambiando luminosità: esperti al lavoro per capire cosa sta accadendo lassù

Li chiamano semplicemente TLP, in maniera abbreviata. Sono quei fenomeni lunari transienti, che passano, con un temporaneo cambiamento di colore o di luce della superficie o strani bagliori, come sta accedendo in questi periodi.

La Luna, oggetto di studi da parte degli scienziati (Adobe Stock)
La Luna, oggetto di studi da parte degli scienziati (Adobe Stock)

Da sempre i TLP sono avvolti nel mistero, per questo oggetti di studi a tal punto che in Spagna, a circa 100 chilometri a nord dalla città andalusa di Siviglia, hanno deciso di istallare un super telescopio per capire meglio questo strano fenomeno.

Strani lampi di luce sulla Luna. C’è chi pensa a un impatto con oggetti spaziale, oppure a particelle di vento solare caricate elettricamente che interagiscono con la polvere del nostro satellite. Tutte ipotesi plausibili, ma servono certezze, da qui l’istallazione del telescopio in Andalusia.

Ci vuole un super telescopio con Intelligenza Artificiale

TLP, fenomeni lunari transienti (Adobe Stock)
TLP, fenomeni lunari transienti (Adobe Stock)

“Sulla Luna abbiamo registrato anche una continua attività sismica”. Parola di Hakan Kayal: “Tutto ciò è noto da mezzo secolo – spiega il docente di tecnologia spaziale presso la Julius-Maximilians-Universität Würzburg (JMU) in Baviera, sulle colonne di Metro – ma questo fenomeni non sono stati analizzati a sufficienza”.

Kayal ha una sua ipotesi su questi strani bagliori visibili sulla luna. “Le attività sismiche sono state osservate anche sulla luna – aggiunge il professore – quando la superficie si muove, i gas che riflettono la luce solare potrebbero sfuggire dall’interno della luna. Questo spiegherebbe i fenomeni luminosi, alcuni dei quali durano per ore. Tuttavia, al momento non ci sono spiegazioni per i flash più brevi”.

LEGGI ANCHE >>> Oppo Reno 7 è un successo incredibile: scorte esaurite in appena 15 minuti!

In Andalusia verrà utilizzato un super telescopio che si compone di due cam e che sfrutterà naturalmente l’Intelligenza Artificiale: nel caso in cui entrambe le telecamere registrino un fenomeno luminoso in contemporanea, il telescopio archivierà le foto e le sequenze video dell’evento, inviando un messaggio proprio al team di Kayal. “Nel caso in cui l’ESA abbia registrato lo stesso fenomeno – conclude il professor Kayal – l’evento verrà confermato”. Il team tedesco lavorerà in sinergia con l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) che già monitora costantemente la Luna.

LEGGI ANCHE >>> Xiaomi 12 è sempre più vicino: conferme sulla tripla fotocamera. E non solo

Il processo di perfezionamento del telescopio, comunque, non è ancora ultimato, manca proprio il tassello più importante, quella base che permette di trovare l’altezza della situazione, ossia proprio l’intelligenza artificiale, in modo tale che saranno le reti neurali a consentire di imparare la differenza da un lampo lunare con il passaggio, per esempio, di uccelli e aerei, dovrebbe essere pronto fra un annetto scarso.