La carta di credito super sicura: l’ultima idea geniale di Samsung

Samsung ripensa la carta di credito svelando un nuovo chip a prova di sicurezza grazie allo scanner biometrico

Le insidie sulla sicurezza digitale non attengono soltanto agli attacchi phishing e ai fenomeni criminosi che abbiamo avuto modo di riportare nei precedenti articoli. Anche nel mondo fisico è possibile imbattersi in vere e proprie truffe utilizzando semplicemente un POS e una carta di credito, prosciugando così i propri risparmi in un lampo. Samsung ha però affrontato “di petto” l’argomento e ha industriato una innovativa soluzione per scacciar via i malintenzionati: una carta di credito con lettore di impronte digitali.

Carta di credito sicura
L’ultima idea di Samsung per rivoluzionare le carte di credito (Unsplash)

Contrassegnata dal nome in codice “S3B512C“, si tratta del primo chip di sicurezza “all-in-one” in grado di combinare tre diverse funzionalità, come la lettura delle informazioni biometriche, l’archiviazione e l’autenticazione dei dati crittografati con un Secure Element e l’analisi e l’elaborazione dei dati tramite il Secure Processor, aggiungendo così un ulteriore layer di sicurezza. La nuova soluzione escogitata dal colosso di Seoul è già conforme con le specifiche BEPS (Biometric Evaluation Plan Summary) di Mastercard relative alle carte di pagamento biometriche, ottenendo tutte le certificazioni di rito. “È stato creato in origine come sistema di pagamento, ma può essere utilizzato quando si ha la necessità di avere un livello ulteriore di protezione con la carta, come ad esempio l’autenticazione di studenti o dipendenti, ma anche l’accesso in un edificio“, è il commento di Kenny Han, vice president di System LSI.

LEGGI ANCHE>>>WhatsApp, su iOS è in arrivo una nuova utilissima feature: di cosa si tratta

Come funziona il chip di Samsung

Carta di credito sicura
Il funzionamento di S3B512C (Screenshot)

Il suo funzionamento è estremamente semplice e a prova di malintenzionati. La carta, infatti, è in grado di memorizzare l’impronta digitale dell’utente dentro a un chip dedicato incastonato strategicamente dentro alla carta stessa. Al momento del pagamento, la carta andrà a compiere silenziosamente tutta una serie di operazioni, tra cui ovviamente la comparazione dell’impronta con quella precedentemente registrata: soltanto in questo modo e dopo i canonici controlli, la carta sbloccherà il pagamento autorizzando l’addebito della cifra. Non sarà quindi necessario inserire PIN.

LEGGI ANCHE>>>Exynos 2200: Samsung strizza l’occhio ai gamers con il SoC dei Galaxy S22 – VIDEO

La carta di credito con lettore di impronte digitali sperimentata da Samsung ha quindi anche il merito di prevenire transazioni fraudolente, considerato che fa utilizzo della tecnologia anti-spoofing, la quale ha il compito di bloccare i tentativi di acceso effettuati attraverso impronte digitali artificiali.