Jeff Bezos investe 3 miliardi di dollari per trovare l’elisir di lunga vita

Jeff Bezos scuce tre miliardi di dollari per supportare i piani di ricerca e sviluppo di Altos Labs, start-up impegnata nelle tecnologie di ringiovanimento cellulare

Si è dimesso da poco meno di un anno dalla carica di CEO di Amazon, ma Jeff Bezos sta continuando a far parlar di sé in altro modo. Forse ancor più dirompente e particolare. Secondo quanto infatti riportato in rete, il magnate statunitense avrebbe intensificato i propri sforzi per mettere le mani su un tesoretto dal valore inestimabile: l’elisir di lunga vita.

Jeff Bezos
Jeff Bezos alla ricerca dell’elisir di lunga vita (Getty Images)

Potrebbe sembrare uno scherzo, ma in realtà non lo è. L’ex amministratore delegato di Amazon ha infatti scucito la bellezza di tre miliardi di dollari per supportare la startup Altos Labs, azienda di proprietà di Bezos dallo scorso settembre. L’obiettivo è presto detto: raddoppiare (potremmo dire quasi generosamente) i piani di ricerca e sviluppo del sodalizio impegnato nel settore biotecnologico per ottenere risultati concreti in tema di lotta all’invecchiamento e del ringiovanimento cellulare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> iPhone 13, segnalato un grave problema con lo schermo: utenti infuriati!

Altos Labs e la tecnica di ringiovanimento cellulare

Jeff Bezos
Altos Labs è una startup di proprietà di Jeff Bezos (Getty Images)

Una cifra da capogiro per un obiettivo affascinante ma certamente impegnativo da raggiungere nel breve periodo e chissà quanto occorrerà per ottenere risultati concreti. La startup sta comunque lavorando alacremente per riuscire ad allungare la vita di circa 50 anni, sconfiggere quei mali legali all’invecchiamento e curare malattie, lesioni e disabilità. Per addivenire all’obiettivo, Altos Labs ha già avviato degli esperimenti sulla riprogrammazione cellulare, tecnica utilizzata in laboratorio finora solo su cellule singole e che sembra mostrare sviluppi piuttosto interessanti.

L’investimento economico messo a disposizione da Jeff si accompagna con roster dirigenziale di tutto rispetto, peraltro rintuzzato nelle scorse ore dallo stesso imprenditore americano, che nel corso della giornata di ieri ha ufficializzato l’ingresso in Altos Labs del supermanager del settore farmaceutico Hal Barron. Il team può comunque già contare di alcune firme di spicco, tra cui il Nobel per la Medicina Shinya Yamanaka.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> GBoard, le personalizzazioni divertenti da creare con Emoji Kitchen

Jeff Bezos, che la scorsa estate è stato scalzato da Elon Musk dal titolo di uomo più ricco del mondo, non è ad ogni modo l’unico miliardario ad entrare nel campo di azione di Altos Labs: a cercare l’elisir di lunga vita ci sono anche tanti altri investitori del calibro di Peter Thiel, cofondatore di PayPal, e Larry Page, uno degli inventori di Google.