iPhone 12 e la valutazione dell’usato: le ultime indagini sorprendono

Una recente analisi mostra il valore dell’usato di iPhone 12 e pone l’attuale smartphone di Apple in raffronto con il modello precedente. 

iPhone 12 valutazione dell'usato
L’analisi di SellCell sul valore dell’iPhone 12 usato (Screenshot Apple.com)

Oltre a caratteristiche hardware al fulmicotone e ad aggiunte software degne di nota, c’è una sfida nella sfida tra Android e iOS ed è quella del valore dell’usato. Un fattore, quest’ultimo, che ha da sempre premiato gli smartphone di Apple e la serie iPhone 12 non sembra far eccezione alla regola, come confermano d’altronde i dati raccolti magistralmente dallo specialista SellCell.

Senza voler far troppi giri di parole, l’ultima gamma di dispositivi della “mela” può fregiarsi di una migliore conservazione del valore post-acquisto. E questo non vale soltanto a dispetto della moltitudine di smartphone Android (tra cui il Galaxy S21 di Samsung), ma anche e soprattutto se si guarda ai modelli di generazione immediatamente precedente, vale a dire l’iPhone 11. L’analisi condivisa dalla società di ricerca dimostra il forte interesse dei consumatori verso gli iPhone 12, anche in ragione di alcune peculiarità che li rendono effettivamente assai più moderni se confrontati con i prodotti con più anni alle spalle (il riferimento va soprattutto al supporto alle reti veloci 5G, ma anche a una fotocamera certamente migliorata sull’intera serie). E tale incremento della domanda fa il paio con una più lenta svalutazione del prodotto.

LEGGI ANCHE >>> iPhone 12, l’incredibile offerta di TIM: sconti fino a 200 euro

Il confronto con iPhone 11

iPhone 12 valutazione dell'usato
iPhone 12 tiene meglio il valore rispetto a iPhone 11 (Screenshot Apple.com)

I dati di SellCell ci dicono che nei primi sei mesi dall’esordio commerciale, l’attuale gamma di smartphone di Apple ha infatti perso un valore medio pari al 34,5% del listino. Una cifra che da sola può forse dir poco ma che si apprezza laddove affiancata con le medesime rilevazioni inerenti l’iPhone 11. Che durante un periodo comparabile, aveva perso circa il 44% del suo valore.

Volendo fare qualche confronto, il valore dell’iPhone 11 Pro Max da 512 gigabyte – che in Italia costava 1.689 euro – è sceso a 850 dollari dopo un mese dalle vendite, attestandosi nei sei mesi successivi alla cifra complessiva di 830 dollari. Diverso è invece il discorso sul modello di più recente generazione, il cui valore di rivendita ammonta ad oggi a 995 dollari. Più impietoso invece il paragone con il listino di Galaxy S21, deprezzatosi in appena tre mesi fino al 50%.

LEGGI ANCHE >>> Vinci abbonamenti di un anno a DAZN con questo concorso a premi

L’analisti della fonte va ovviamente letta in generale, nel senso che dentro alla serie iPhone 12 coesistono diversi modelli ognuno dei quali dotato di una differente storia e percezione da parte dei consumatori. Senza girarci troppo attorno, il valore di rivendita dell’iPhone 12 Mini non può esser lo stesso del 12 Pro Max, anche in ragione delle scarse vendite del primo e delle numerose promozioni disposte tanto online quanto presso le principali catene di elettronica.