iOS 14, come funziona sui vecchi iPhone della Apple

iOS 14 (Pixabay)
iOS 14 (Pixabay)

iOS 14 funziona bene anche sui vecchi smartphone della Apple. C’erano dubbi che che l’ultima versione del sistema operativo di Cupertino fosse troppo pesante, ma i benchmark sono stati positivi.

Il software appena rilasciato dal gigante americano è molto sostanzioso e porta tante novità, tanto da destare il timore, periodico, che un device più datato non possa supportare al meglio le funzioni e che ne esca rallentato. Ebbene, nulla di tutto ciò è avvenuto, per fortuna. Anche un iPhone 6s, il cellulare più vecchio a far parte dell’aggiornamento, non soffre rallentamenti rispetto ai sistemi operativi precedenti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Vodafone Special 50, la tariffa con 50 Giga a 5,99 al mese

iOS 14 di Apple è veloce anche su un iPhone 6

La conferma arriva da un test effettuato dal canale YouTube iApplebytes, in cui sono stati allineati cinque iPhone 6S per confrontare il nuovo iOS 14 con le versione 13.7, 12.1, 11.4.1 e 10.3.3.

Il risultato è ampiamente positivo e la prova è superata a pieni voti. iOS 14 non ha mostrato alcun problema: funziona bene sia per l’apertura delle app che per la navigazione, sempre molto veloce. Neanche le prestazioni pure sembrano risentire del passaggio.

Ricordiamo che Apple per anni ha applicato una politca non corretta di rallentamento dei vecchi dispositivi per salvaguardare le batterie. Oggi questo non avviene più, anche a causa  della causa collettiva, negli Stati Uniti, che ha causato una penale di 500 milioni di euro.

Apple iOS 14 (da Pixabay)
Apple iOS 14 (da Pixabay)

Tra le novità del sistema operativo ricordiamo la funzione App Library, che organizza autonomamente le applicazioni, i widget sulla schermata home, simili a Android, la chiamata compatta, la funzione picture in picture e soprattutto la nuova app Translate, che consente una traduzione automatca di ogni conversazione.

Il responso della prova è una promozione a pieni voti, per ora, dell’iOS 14. Si può aggiornare senza particolari patemi d’animo anche uno smartphone di ben 6 anni fa come l’iPhone 6S.