Instagram-WhatsApp e una nuova funzione in sviluppo

Instagram sta lavorando a una nuova funzionalità che consente di scegliere se desideri ricevere i codici 2FA tramite WhatsApp Messenger o WhatsApp Business.

Instagram (Adobe Stock)
Instagram (Adobe Stock)

La funzionalità è stata annunciata da alex193 (e rilanciata dall’autorevole wabetainfo, sempre attenta a scoprire le ultime novità sulla piattaforma Instagram (e non solo).

Instagram-WhatsApp, una buona opzione

WhatsApp (Adobe Stock)
WhatsApp (Adobe Stock)

Ora si può scegliere WhatsApp, se abiliti prima gli SMS. Questa funzione sarà facoltativa e, se l’utente non si sentirà al sicuro, può sempre abilitare l’autenticazione dell’app per generare codici 2FA. “Questa è una buona opzione su cui fare affidamento – assicurano da wabetainfosoprattutto quando WhatsApp abiliterà il supporto per multi dispositivo, in modo da poter ricevere codici 2FA per accedere a Instagram dal web anche se il tuo dispositivo principale è spento”. La funzionalità è in fase di sviluppo e sarà disponibile in un futuro aggiornamento su Instagram per Android e iOS.

LEGGI ANCHE >>> Primo computer quantistico commerciale entro il 2029: la sfida di Google

Nel frattempo, sempre restando in tema di Whatsapp, la messaggistica istantanea continua ad essere un mezzo per arrivare a uno scopo criminale. La Polizia Postale ha infatti messo in guardia gli utenti da un nuovo tentativo di furto dell’account, che starebbe avvenendo a sempre più persone. Come?

LEGGI ANCHE >>> 5.5 milioni di dollari per Wysa, l’app con AI “emotivamente intelligente”

Con un post pubblicato sul proprio account ufficiale Facebook, l’Agente Lisa ha spiegato come avviene il furto: su alcuni smartphone comparirebbe un finto messaggio ricevuto da un utente presente all’interno della propria rubrica in cui si legge “Ciao, ti ho inviato un codice per sbaglio, potresti rimandarmelo?“.

Gli utenti ci credono, in quanto è proprio un amico, o una persona conosciuta in quanto il suo numero registrato in agenda. E’ qui che arriva la truffa: il codice inviato consente ai cybercriminali di impadronirsi dell’account WhatsApp e di sfruttare il numero di telefono della vittima per compiere ulteriori frodi.

E’ una sorta di Catena di Sant’Antonio – continua l’Agente Lisa – il profilo WhatsApp dell’utente che ci richiede di inviargli il codice è effettivamente un nostro contatto che a sua volta ha avuto la violazione del suo account, attraverso la stessa condotta fraudolenta, che sta ormai colpendo migliaia di cittadini in tutta Italia“.