Il visore Apple sarà potente quanto un MacBook: ecco le ultime novità e le previsioni sull’uscita

Trapelano in rete importanti informazioni sulle novità del visore Apple, con particolare sottolineatura al processore. E il suo debutto non sarebbe così lontano

Visore Apple novità processore uscita
Le ultime novità sul visore Apple (Immagine by The Information)

Il visore Apple per la realtà mista si fa sempre più concreto. Un progetto certamente significativo, giacché testimonianza evidente di un cambio di rotta da parte del gigante di Cupertino verso altri – e ancora inesplorati – settori di mercato, tra cui anche quello automobilistico.

La metamorfosi di Apple dovrebbe perfezionarsi l’anno prossimo in stretta coincidenza con l’uscita di iPhone 14, evidentemente destinato a restare un po’ in penombra malgrado le novità attese e già preannunciate, come la fotocamera a 48 megapixel e il punch-hole per rimpiazzare il notch. Un arco temporale che rimbalza sul web già da tempo e confermato più recentemente dall’affidabile analista Ming-Chi Kuo, addirittura lapidario nella sua “sentenza”: il visore Apple sarà il one more thing dell’evento Apple del prossimo settembre 2022.

Come spiegato da MacRumors, il progetto portato avanti da ormai diversi anni ambisce a rivoluzionare il settore, tanto nell’estetica quanto nei principali componenti. Il visore sarà di tipo misto, essendo compatibile con i contenuti in realtà virtuale e aumentata, e potrà contare su un processore di assoluto spessore per offrire un’esperienza senza compromessi. A giudizio della fonte, il chip al vaglio di Apple eguaglierebbe quanto a potenza l’attuale SoC M1 utilizzato lo scorso anno sui MacBook. Ma ci sarebbe pure un secondo processore, di fascia un po’ più bassa, per gestire tutti gli aspetti relativi alla sensoristica.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Android Auto vs Apple CarPlay: cosa sono e le principali differenze

Il visore Apple sostituirà completamente l’iPhone entro i prossimi dieci anni

Visore Apple novità processore uscita
L’atteso visore Apple per la realtà mista dovrebbe debuttare insieme all’iPhone 14 (AdobeStock)

L’analisi ha poi voluto rimarcare la natura indipendente dell’inedito prodotto: il visore sarà infatti di tipo “stand-alone”, non richiedendo infatti  il necessario accoppiamento ad un iPhone, iPad o Mac per poter funzionare. E questo la dice lunga sulle strategie future di Apple, che immagina il visore come il futuro sostituto dell’iPhone. Una metamorfosi che, a detta della fonte, potrebbe completarli entro i prossimi dieci anni e che ovviamente andrà supportata da una diffusione costante e certosina dei dispositivi per la realtà aumentata e virtuale, ancora ad oggi parsi una “nicchia” esclusiva in ragione di prezzi di vendita non propriamente accessibili. E anche il visore Apple non sarà d’altronde da meno.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Samsung Galaxy S21, scusate il ritardo: arriva una funzione mai vista

Ad ogni buon conto, il dispositivo immaginato da Cupertino dovrebbe inoltre utilizzare una coppia di display micro OLED 4K di Sony. Il suo debutto è atteso nell’ultimo scorcio del 2022, e appare lecito immaginare – come già affermato all’inizio – che l’esordio in pompa magna coinciderà con il keynote dedicato all’iPhone 14. Proprio quest’ultimo dovrebbe supportare la tecnologia Wi-Fi 6E, con lo scopo di offrire una maggiore larghezza di banda e minori interferenze per l’esperienza AR e VR.