Il trucco per farsi assumere da google, è semplicissimo | Lui ci è riuscito

Incredibile ma vero, Tyler Cohen si è candidato – ed è stato scartato – ben 39 volte da Google. Ma alla fine ce l’ha fatta e ha ottenuto il lavoro dei propri sogni

Si chiama Tyler Cohen, è un analista di DoorDash e dal lontano 2019 si è messo in testa un obiettivo: lavorare per Google. Come raccontato da lui stesso su LinkedIn, ha inviato fino a quattro candidature ogni mese dalle parti di Mountain View, con la speranza di venire finalmente assunto. Una perseveranza e ostinazione che, dopo vari rifiuti, è stata premiata.

google candidature 20220726 cellulari.it
Un data analyst si è candidato per 39 volte di fila da Google, venendo sempre rifiutato (Adobe Stock)

Ora la vicenda sta facendo il giro del mondo, grazie proprio al post pubblicato da lui stesso sul social network di proprietà di Microsoft. Non senza polemiche varie e critiche nei commenti. “C’è una linea sottile fra perseveranza e malattia, sto cercando ancora di capire quale mi appartenga” ha sottolineato Cohen, allegando uno screen con la sua posta elettronica e tutti i messaggi di avvenuto invio del CV.

Assunto da Google dopo 39 rifiuti: ecco tutti i dettagli sulla vicenda

google candidature 20220726 cellulari.it
Alla fine, l’azienda ha deciso di assumerlo per la forza di volontà mostrata (Adobe Stock)

Il tutto è iniziato nel lontano 25 agosto 2019, quando l’ormai ex senior analyst di DoorDash Tyler Cohen ha avviato la sua scalata verso la gloria. 39 candidature inviate in totale, con una media di 4 al mese e un sogno: lavorare a Mountain View da Google. Come mostrato dagli screenshot pubblicati, ci sono saluti, ringraziamenti vari e invii di Curriculum continui. La svolta è arrivata lo scorso 19 luglio 2022, quando a Cohen si sono illuminati gli occhi.

“Welcome to Google!” si legge nell’oggetto di una email ricevuta da Big G. Un sogno che si avvera, arrivato forse nel momento meno sperato considerando che l’azienda stessa sta rallentando il ritmo con le assunzioni programmate per i mesi a venire. Senza dimenticare le incertezze a livello geopolitico, la crisi delle supply chain e l’inflazione. Non è stato il caso di Tyler Cohen, però, che ha dimostrato a tutti come non bisogna mai mollare per ottenere ciò a cui realmente si ambisce.