I prezzi europei di Pixel 6 e Pixel 6 Pro faranno salire l’invidia degli utenti italiani

Trapelati i prezzi in Europa dei nuovi Pixel 6 e 6 Pro: saranno felici i consumatori tedeschi e francesi, molto meno gli italiani.

Pixel 6 prezzi
I prezzi in Europa dei Pixel 6, tra stupore e amarezza (Screenshot Twitter)

Ci stiamo avvicinando ad ottobre, un mese decisamente “caldo” per il futuro della tecnologia mobile e, in particolare, degli smartphone animati dal “robottino verde”. L’uscita del nuovo Android 12 è ormai questione di giorni e il 4 ottobre potrebbe essere la data scelta da Big G per rilasciare – quantomeno sui dispositivi della gamma Pixel – l’importante aggiornamento di sistema che porterà in dote il linguaggio estetico del Material You.

Sempre a ottobre è attesa anche la presentazione dei nuovi Pixel 6 e Pixel 6 Pro, di cui in verità sappiamo ormai molto grazie a conferme ufficiali e indiscrezioni più particolareggiate. L’ultima in ordine cronologico non piacerà agli utenti italiani, tagliati fuori (come molti altri consumatori europei) dalla commercializzazione dei prossimi smartphone di Google, concentrato di novità, tecnologia e potenzialità fotografiche da assoluto top di gamma.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Huawei studia strategie speciali per prolungare l’autonomia degli smartphone

Prezzi Google Pixel 6: si parte in Europa da 649 euro

Pixel 6 Prezzi
Le possibili scelte commerciali di Google dedicate ai Pixel 6 (Screenshot Twitter)

Il dettaglio destinato a chiudere il cerchio e comporre in modo pressoché definito il puzzle di caratteristiche dei Pixel 6 è il prezzo di vendita in Europa. Stando a quanto riportato da 9To5Google, che dice di essere in possesso di fonti degne di nota, il costo finale per accaparrarsi la versione standard del nuovo smartphone di Google si aggirerà attorno ai 649 euro; il modello Pro – quello cioè maggiormente rifinito da un punto di vista estetico – costerà invece 899 euro.

Si tratta di prezzi decisamente a fuoco, soprattutto volendo considerare le frecce nell’arco dei nuovi “gioielli” griffati Google: il processore proprietario Tensor promette scintille, così come la fotocamera principale da 50 megapixel con sensore Samsung. Senza tralasciare la proverbiale ottimizzazione software e il supporto costante nel tempo, prerogativa tipica degli smartphone di Big G.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Android 12.1 si avvicina: un leak svela alcune novità decisamente interessanti

E il rammarico cresce guardando i listini di Pixel 5, il “quasi” top dello scorso anno – per via dello Snapdragon 765G, senz’altro valido ma non potente così come uno Snapdragon 865 – commercializzato in Europa a 629 euro.