Huawei pensa in grande: tutto sull’incredibile computer quantistico

Se per gli smartphone la vita è dura (ma si sopravvive bene) nonostante le restrizioni statunitense, nel campo dei computer va tutto a gonfie vele a Huawei. Talmente bene che l’azienda di Shenzhen starebbe pensato a un super computer Quantistico.

Huawei 20220614 cell
Huawei – Adobe Stock

Se uscirà o meno, lo scopriremo solo vivendo, ma intanto Huawei si cautela depositando un brevetto che va proprio nella direzione dei computer quantistici, con l’invenzione di un chip che potrebbe rivoluzionare il settore in questione.

Huawei, infatti, ha pubblicato il rispettivo brevetto con un numero specificato: CN114613758A. Secondo le ultime informazioni, l’attuale brevetto Huawei offre un chip quantistico oltre che un computer per risolvere i problemi di bassa resa. Non a caso l’implementazione riguarda la tecnologia di calcolo quantistico, che faciliterà la produzione di chip di settore.

Non è la prima volta che Huawei si confronta e si destreggia alla grande con le teorie quantistiche

Computer quantistico 20220614 cell
Computer quantistico – Adobe Stock

Secondo il brevetto, i chip quantistici comprenderanno i seguenti elementi: una struttura di accoppiamento, una struttura di soppressione della modalità cavità, sotto-chip M e un substrato. E ancora.

La disposizione dei sub-chip M che avviene sulla superficie del substrato con spazi vuoti, ogni sottochip è composto da N qubit, la struttura di accoppiamento che mantiene l’interconnessione tra i sottochip M e quella di soppressione della modalità cavità. Che si trova sul bordo di ogni sottochip. Dulcis in fundo il divario dei chip secondari M che aumenterà la frequenza della modalità cavità del chip quantistico.

Non è la prima volta che Huawei si confronta e si destreggia alla grande con le teorie quantistiche. Nel gennaio 2021, per esempio, il produttore di Shenzhen ha ottenuto un brevetto per “sistema, metodo e dispositivo di distribuzione delle chiavi quantistiche“.

Di recente, il Ministero dell’Industria e della Tecnologia dell’Informazione ha dichiarato la prima industria dei numeri casuali quantistici. Questo settore ha guadagnato il nome di dispositivi e moduli chiave per la distribuzione di chiavi quantistiche. Si basava principalmente sul protocollo BB84 Parte 3: Generatore di numeri casuali quantistici. Accanto a Huawei, alla preparazione hanno preso parte diversi istituti di tecnologia. Tant’è.

Il nuovo tipo di dispositivo di calcolo quantistico di Huawei mira a risolvere gli attuali problemi della produzione di chipset quantistici che includono la complessità della produzione di un chipset quantistico e le basse rese dei chipset quantistici rispetto ai chipset di elaborazione tradizionali esistenti di oggi.

Con questo nuovo tipo di chip quantistico, Huawei non pensa soltanto a una maggiore facilità per quanto riguardo il prossimo assemblaggio, ma soprattutto che sarà possibile produrre con successo più unità con rendimenti più elevati, il che significa adottare una maggiore quota di mercato nel settore. E fa niente se gli Stati Uniti lo hanno fortemente rallentato nel settore degli smartphone.