Huawei Mate 40 Pro, arriva la rivoluzione fotografica

Huawei mate 40 Pro (via Huawei)
Huawei mate 40 Pro (via Huawei)

Huawei Mate 40 Pro, sempre più al top per il nuovi gioeillo presentato dal produttore cinese e pronto a sfidare i pesi massimi di Samsung e Apple.

Huawei prova a rispondere al ban imposto dagli Stati Uniti con l’ultimo canto del cigno per quanto riguarda i SoC Kirin. Il produttore americano, proprio a causa della guerra politico-economica tra America e Cina non fornirà più la multinazionale dell’Estremo Oriente e per questo l’ultimo top di gamma vuole mostrare tutta la potenza tecnologica nei confronti degli avversari e degli altri paesi.

L’altro passaggio, inevitabile, è l’utilizzo del sistema operativo proprietario HarmonyOS. Anche in questo caso c’è lo zampino di Trump, in quanto Google non può più fornire il suo Android e per questo Huawei ha sviluppato un proprio software e, a cascata, tutto l’ecosistema di app compatibili.

Torniamo però al Mate Pro, che è stato presentato insieme a tutta una serie di accessori indossabili, come l’Eyewear II, occhiali evoluti, e le cuffie a cancellazione di rumore FreeBuds Studio.

POTREBBE INTERESSARTI—> Apple Express arriva in Europa, 50 nuovi negozi per l’iPhone 12

Huawei mate 40 (via Huawei)
Huawei mate 40 (via Huawei)

Huawei Mate 40 Pro a 1249 euro, ma con le FreeBuds Pro in omaggio

Parliamo delle caratteristiche tecniche del nuovo smartphone, che verrà messo in vendita a prezzi “Apple”. Il listino italiano è di 1249 euro, anche se chi lo pre-ordina sul sito Huawei riceverà in omaggio le FreeBuds Pro, dal valore di 179 euro.

Il Mate 40 Pro è al massimo livello sotto ogni aspetto, HarmonyOS a parte. Parliamo di un device dotato di un Kirin 9000, primo processore al mondo prodotto a 5 nanometri e dotato di un modem 5G e dichiarato più potenti degli altri top di gamma esistenti, Snapdragon 865+ compreso. La CPU è dotata di 8 core: un core Cortex A77 per le altre prestazioni, 3 core Cortex A77 con clock a 2,54 Ghz e gli ultimi 4 Cortex A55 ad alta efficienza.e

Il display è uno schermo curvo a 88°, ma una delle novità è il Gesture Control, che permette di accedere alle funzioni dello smartphone senza toccarlo. Passando la mano sopra il display si attiva il cellulare, mentre con l’Eyes on Display si può accedere ad alcune pagine personalizzate. Lo schermo è un OLED 6,7″ con refresh rate a 90Hz, mentre la RAM è di 8 GB con 256 GB di memoria esterna espandibile.

La batteria è di 4400 mAh e può essere ricaricata con lo Huawei SuperCharge da 66W. La dotazione per la connessione verso l’esterno, infine, è completa. A bordo abbiamo il 5G, Wifi 6, Bluetooth 5.2, USB-C e la compatibilità con tutti i sistemi di navigazione satellitare.

Huawei Mate 40 Pro, fotografia oltre ogni limite

Il vero punto di forza è però il comparto fotografico, già testato da DxoMark con il punteggio più alto della storia: 136. Ancora una volta è presente la collaborazione di Leica. Nella zona posteriore abbiamo 3 fotocamere, disposte però a cerchio. La primaria ha un sensore da 50 MP, dotato di un’apertura di f/1.9 ed è accompagnata da un grandangolo da 30 MP da f/1.8 e un teleobiettivo 5X da 12 MP e f/3.4. Il comparto anteriore invece ha un sensore da 13 MP f/2.4 e può registrare video in 4K e slow-motion.

Nel test effetuato da DxoMark lo smartphone ha raggiunto 140 punti nelle foto grazie ad un dynamic range strepitoso e 116 punti nei video, anche qui il più alto mai realizzato.

POTREBBE INTERESSARTI—> Diletta Leotta mostra il nuovo Xiaomi Mi 10T PRO – FOTO