HarmonyOS, è tutto pronto: Huawei annuncia la data di presentazione

Huawei ha ufficializzato la data di presentazione di HarmonyOS e con esso il lancio dei primi tre dispositivi animati dalla piattaforma software che ambisce a contrastare il duopolio Android-iOS.

HarmonyOS data uscita
La nuova piattaforma software di Huawei ha finalmente una data (AdobeStock)

HarmonyOS è ad un tiro di schioppo dal far il suo esordio ufficiale sull’affollata scena mobile. Dopo lunghi mesi di tira e molla conditi da necessari test interni, la nuova piattaforma software progettata da Huawei è finalmente pronta a mostrarsi al pubblico in tutta la sua interezza. Tramite un video teaser pubblicato su Weibo (il social network più utilizzato in Cina, ndr), l’azienda con base operativa a Shenzhen ha infatti svelato la data di presentazione del suo sistema operativo, cuore pulsante di tutti i prossimi dispositivi di nuova generazione.

L’evento, calendarizzato per la giornata del due giugno, sarà un’occasione propizia per metter qualche mattoncino al progetto di rinascita di Huawei. Di concerto con HarmonyOS – evidentemente il pezzo forte della manifestazione organizzata dal sodalizio cinese – troveranno infatti ufficializzazione alcuni terminali già chiacchierati durante le scorse settimane. Il rimando, si badi, non dev’essere inteso verso la nuova serie Huawei P50 – in predicato invece di essere presentata a luglio – ma a due tablet (nello specifico, MatePad 2 e MatePad 2 Pro) e ad uno smartwatch (ossia il Watch 3) animati proprio dalla rinnovata piattaforma software di Huawei.

POTREBBE INTERESSARTI>>> Huawei, stop alla produzione degli smartphone di fascia bassa

La vocazione multipiattaforma di HarmonyOS

HarmonyOS dispositivi
Il 2 giugno saranno presentati anche i nuovi tablet e smartwatch Huawei (AdobeStock)

Non si tratta invero di una casualità, in quanto il trittico di dispositivi avrà il compito di metter in evidenza l’elasticità e la versatilità di HarmonyOS, a conferma di un sistema operativo dalla forte vocazione multipiattaforma. Come evidenziato anche da alcune indiscrezioni delle scorse settimane, l’intenzione del produttore cinese è di creare una struttura in grado di adattarsi alle varie declinazioni dell’industria mobile, sfruttando tanto i display grandi tipici dei tablet quanto i pannelli più piccoli e di forma circolare, prerogativa invece degli indossabili. Una sola piattaforma, dunque, ma varie possibilità d’uso.

POTREBBE INTERESSARTI>>> Huawei e Leica, aria di crisi? Sharp potrebbe approfittarsene

Probabile che la presentazione di HarmonyOS sia anche teatro delle strategie software del produttore cinese, in particolar modo sotto il versante dei dispositivi già in commercio. L’obiettivo di Huawei è di aggiornare almeno il 90% degli smartphone presenti sul mercato, stante la stretta compatibilità con i processori Kirin. A far da apripista potrebbero esser il pieghevole Mate X2 e il top di gamma Mate 40, seguiti a ruota dalla serie P40 e via via dagli altri dispositivi più apprezzati.