Guida al telefono vietata, la multa scatta anche se non siete al telefono | Ecco quando

Un articolo del codice stradale che dovrebbe essere imparato a memoria, viste le multe che fioccano nelle grandi città, ma anche nei piccoli centri abitati, in quanto fin troppo spesso ci si dimentica di quale accessorio poter utilizzare in macchina.

Il titolare di patente di guida al quale, in sede di rilascio o rinnovo della patente stessa, sia stato prescritto di integrare le proprie deficienze organiche e minorazioni anatomiche o funzionali per mezzo di lenti o di determinati apparecchi, ha l’obbligo di usarli durante la guida”.

Cellulare alla guida - Cellulari.it 20221022
Cellulare alla guida – Cellulari.it

Fin qui nessun dubbio sull’articolo 173 del codice stradale, riassumibile con un semplice chi ha bisogno di occhiali o lenti a contatto deve semplicemente ricordarsi di non togliersele durante la guida. Fosse così semplice, ci sarebbero certamente meno sanzioni in giro.

Cosa comportano queste violazioni

Ritiro della patente - Cellulari.it 20221022
Ritiro della patente – Cellulari.it

Ecco la parte da imparare, però, a memoria dell’articolo 173 del codice stradale. “E’ vietato al conducente di far uso durante la marcia di apparecchi radiotelefonici”. Per apparecchi telefonici s’intende il cellulare, in primis, ma anche portatili, notebook, tablet e dispositivi analoghi che comportino anche solo temporaneamente l’allontanamento delle mani dal volante. Come utilizzare, dunque, gli auricolari.

Le cuffie sonore sono vietate, o meglio comportano multe salatissime “fatta eccezione – recita l’articolo 173 del codice stradale – per i conducenti dei veicoli delle forze armate e dei Corpi di cui all’articolo 138, comma 11, e di polizia”.

Ecco, invece, ciò che si può utilizzare quando siamo alla guida: “E’ consentito l’uso di apparecchi a viva voce o dotati di auricolare purché il conducente abbia adeguate capacità uditive ad entrambe le orecchie, tali che non richiedono per il loro funzionamento l’uso delle mani”.

Attenzione, quindi. “Chiunque viola le disposizioni di cui al comma 1 – si legge sempre nell’articolo 173 del codice stradale – soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 83 euro a 332 euro”. Non solo.

Chiunque viola le disposizioni di cui al comma 2 – conclude l’articolo 173 del codice stradale – è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 165 a 660 euro. Si applica la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da uno a tre mesi, qualora lo stesso soggetto compia un’ulteriore violazione nel corso di un biennio”.

Due piccoli escamotage per non prendere una multa francamente evitabile. Sempre meglio mettere una sola cuffia quando si guida, meglio ancora tenere in macchina (solamente) quelle più vecchie con spinotto e il cavo di una cuffia più lunga dell’altra: sarà la dimostrazione che stavate utilizzando esclusivamente per parlare al telefonino, senza ulteriori distrazioni. Così vi salverete dalla multa.