Google Pixel Fold, questo matrimonio (col pieghevole) s’ha da fare

L’arrivo di Android 12L, il nuovo aggiornamento del sistema operativo di Google pensato per i dispositivi con schermi grandi, pieghevoli e tablet, sembra aver definitivamente chiuso alla possibilità che Big G abbia cancellato il suo volli fortissimamente volli lanciare un pieghevole.

Questo matrimonio, invece s’ha da fare. Google Pixel Fold non è stato cancellato, ma è ancora in fase di sviluppo. La conferma arriva proprio dalla versione beta 2 di Android 12L, dove è spuntato un cellulare ritenuto proprio come il foldable di Mountain View.

Smartphone foldable 20220114 cell
Google Pixel Fold è in produzione – Adobe Stock

Già la scorsa settimana 9to5Google aveva rivelato un elenco di Geekbench per un telefono ritenuto il Google Pixel Fold, suggerendo che il dispositivo è effettivamente ancora in lavorazione, l’ulteriore prova non lascia più adito a dubbi.

Google si discosta da Samsung? Il presunto pieghevole somiglia a un altro foldable

Galaxy Z Fold 3 20220114 cell
Google Pixel Fold somiglia al Galaxy Fold 3 – Adobe Stock

Le animazioni presenti nella versione beta di Android 12L raffigurano un dispositivo pieghevole con marchio Google, sotto forma di diagramma. Viene mostrato il processo di inserimento della scheda SIM per il dispositivo pieghevole, simili alle animazioni viste per i precedenti dispositivi Pixel non pieghevoli.

LEGGI ANCHE >>> Huawei e Samsung spalancano le porte del Metaverso

Google sembra avere tutta l’intenzione di seguire sì la strada tracciata da Samsung nel segmento dei foldable, ma svilupparli a modo suo. Il presunto Google Pixel Fold, infatti, sembra essere più corto e più largo del Galaxy Z Fold 3 di Samsung, più vicino nel design al pieghevole Find N lanciato di recente da Oppo.

LEGGI ANCHE >>> TIM annuncia nuove rimodulazioni: aumenta il costo di queste offerte ricaricabili

Una seconda animazione, reperibile su 9to5Google, mostra anche il processo di inserimento della SIM card a dispositivo chiuso. In questo caso, possiamo vedere che Google prevede di offrire un display esterno per lo più privo di cornice, al di fuori di un’area di cerniera visibile lungo il lato sinistro del telefono.

Il design più corto di Google Pixel Fold dovrebbe consentire al display esterno un maggior raggio di azione, utile per inviare messaggi di testo e altre attività quotidiane, a dispositivo è chiuso.

Ciò eviterebbe anche quelle aspre critiche sul display esterno più lungo che ha ricevuto Samsung per il suo Galaxy Z Fold 3. In tutti i modi l’unico indizio visibile fornito dalla presunta animazione Pixel Fold di Google è il posizionamento del bilanciere del volume del dispositivo, che lo colloca nella metà inferiore del lato destro del foldable. Se questo animazioni riguardano davvero Google Pixel Fold, significa che a Mountain View sono in fase di ultimazione del device, molto più di quello che si poteva supporre.

In merito allo sviluppo di Android 12L, Google ostenta ottimismo: “Abbiamo notato un aumento dei dispositivi pieghevoli – dice una nota ufficiale di Big G – con una crescita su base annua di oltre il 265%. Attualmente ci sono oltre 250 milioni di dispositivi attivi Android con schermi ampi“. Un motivo in più per rendere fattibile il pensiero stupendo del Google Pixel Fold.