Google Foto al lavoro: i miglioramenti per ingrandire un video

Le funzionalità video di Google Foto spesso sembrano appartenere a un cittadino di seconda classe rispetto all’originale. Sebbene l’app offra dozzine di opzioni di modifica per le foto, si può solo ruotare o tagliare i video.

Google Foto (Adobe Stock)
Google Foto (Adobe Stock)

Riproduzione carente, alcuni pulsanti (salto e riavvolgimento) sono stati inseriti di recente, poi sono scomparsi, ora un solo un pulsante di riproduzione/pausa. Una grande pecca è l’impossibilità di eseguire lo zoom e la panoramica in un video. Per questo il Team di Google sta lavorando per apportare delle migliorie all’applicazione.

Google Foto, le principali novità

Google Photos in via di miglioramento (Adobe Stock)
Google Photos in via di miglioramento (Adobe Stock)

Se la funzione è disponibile sul dispositivo, ora, si può notare che cliccando due volte si ingrandisce qualsiasi video, in modo tale da riempire lo schermo. Toccando nuovamente due volte si torna alla visualizzazione ridotta. Si può anche pizzicare per ingrandire, quindi spostare il video ingrandito per mettere a fuoco un’area specifica. La funzione è in fase di lancio come switch lato server e non sembra richiedere una versione specifica di Google Foto.

LEGGI ANCHE >>> Tesla ha investito 1.5 miliardi di dollari in criptovalute

Un’altra novità all’orizzonte sono le norme dello spazio di archiviazione illimitato per l’alta qualità. A partire dal 1° giugno 2021, infatti, foto e video caricati in alta qualità verranno conteggiati ai fini del calcolo dello spazio di archiviazione dell’Account Google. Tutte le foto e tutti i video di cui si effettua il backup in alta qualità prima del 1° giugno 2021 saranno escluse dalla modifica e non verranno conteggiate ai fini del calcolo dello spazio di archiviazione dell’Account Google.

LEGGI ANCHE >>> Nuova TV Xiaomi Mi Q1 75″, offerta incredibile per il lancio

Con Google Foto si può eseguire gratuitamente il backup illimitato di foto e video, fino a 16 MP e 1080p HD, accedendo da da qualsiasi smartphone, tablet o computer all’indirizzo photos.google.com.

Le foto sono organizzate e ricercabili in base ai luoghi e agli oggetti ritratti, senza bisogno di taggare. Si possono raccogliere le foto di amici e familiari utilizzando gli album condivisi. In questo modo non andranno perse in nessun momento, indipendentemente dal dispositivo utilizzato.

Per utilizzare Google Foto è necessario disporre in primis di un account Google. Se si utilizza Android, l’account è già esistente quando è stata fatta la configurazione iniziale del dispositivo.

Per chi è dotato di un dispositivo iOS, invece, bisognerà creare prima un account Google. L’app sarà utilizzabile a partire dalla versione 10 del sistema operativo. Una volta scaricata e installata correttamente sul dispositivo, si avvia normalmente tramite l’icona presente in home screen.