GeForce Now, beta disponibile per iPhone e iPad: come funziona

geforce now iPhone iPad
GeForce Now è finalmente disponibile per iPhone e iPad (NVIDIA.com)

Finalmente GeForce Now è disponibile anche su iPhone ed iPad. Ecco come usare il servizio di game streaming NVIDIA

Ultimamente, stanno nascendo sempre più piattaforme di game streaming in abbonamento, che propongono vasti cataloghi di videogiochi accessibili ad un costo mensile prefissato. Tra le varie proposte sul mercato, se n’è aggiunta un’altra: GeForce Now di NVIDIA. Il servizio è da poco disponibile in beta anche su iOS ed iPadOS.

Ottima notizia per i possessori di iPhone o iPad quindi, che potranno finalmente accedere alla lista di videogiochi messi a disposizione da NVIDIA pagando un abbonamento mensile. Al momento, la versione beta è disponibile su Safari, ma solo in Nord America ed Europa (Russia compresa). Il resto del mondo dovrà invece ancora aspettare un po’, probabilmente fino al rilascio ufficiale e per tutti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Netflix, in arrivo lo Sleep Timer: il pulsante per chi si addormenta

GeForce Now, ecco come funziona il servizio di game streaming

iPhone
Come accedere al servizio di game streaming (screenshot YouTube)

Per accedere al vasto catalogo di GeForce Now da iPhone o iPad, i passaggi da seguire sono pochi e molto semplici. Vi basterà infatti accedere a questo sito da un dispositivo basato su iOS 14.2 o iPadOS 14.2 e potrete già iniziare a giocare. Prima di fare ciò, sarà necessario sottoscrivere un abbonamento Founders a 4,22 euro al mese o 21,11 euro per sei mesi. C’è anche la possibilità di iscriversi alla versione gratuita cliccando su questo link.

Per usufruire della piattaforma di game streaming NVIDIA su iPhone dovrete però munirvi di un gamepad, mentre i giochi che richiedono l’uso di mouse e tastiera non saranno disponibili, a causa delle limitazioni imposte da Apple. Accedendo al sito ufficiale NVIDIA, è possibile consultare la lista di tutti i giochi utilizzabili su GeForce NOW.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> 5G, come verificare la copertura in Italia e nel mondo