In vacanza sì, ma in sicurezza: 12 consigli del Garante della privacy per l’estate

Il Garante della privacy ha pubblicato un breve documento sui comportamenti da osservare per proteggere i propri dati sensibili durante le vacanze: ecco tutti i consigli per passare l’estate in sicurezza, anche online.

Privacy estate
(Unsplash)

Aumentano le temperature, e con esse la quantità di contenuti personali condivisi sui social: foto delle vacanze, la propria posizione, informazioni sui viaggi. Tutti questi dati diventano più facilmente accessibili e, soprattutto se riguardano anche dei minori, è necessario osservare alcune regole di comportamento per godersi i mesi estivi in tranquillità e sicurezza, proteggendo la propria privacy. A questo proposito, il Garante della privacy ha pubblicato un breve vademecum con degli utili consigli, non solo sulla condivisione tramite social media ma anche sulla domotica e sulle app. Ecco i 12 consigli per passare un’estate all’insegna della sicurezza.

1. Non esporsi troppo nelle foto, e proteggere soprattutto i minori

Condividere le foto delle proprie vacanze non è un male, ma può comportare dei rischi: se possibile, è bene evitare di postare foto dei minorenni online, o almeno oscurarne il volto o limitare l’accesso alla visualizzazione solo agli amici fidati. Inoltre, bisogna sempre assicurarsi di ottenere il consenso delle persone fotografate prima di pubblicare e taggare i contenuti.

2. Disattivare la geolocalizzazione

Per mantenere la riservatezza, è consigliabile disattivare le opzioni di geolocalizzazione da smartphone, tablet e social network, per non rendere accessibile la propria posizione in vacanza.

3. Mantenere al sicuro la propria abitazione

I ladri lavorano anche d’estate: la prudenza non è mai troppa, ed è meglio non far sapere quando non si sarà in casa né condividere foto della propria abitazione o l’indirizzo.

4. Proteggere anche la casa

La sicurezza informatica passa anche dalla domotica: gli eventuali sistemi smart presenti in casa sono vulnerabili agli attacchi informatici, per cui si consiglia di impostare password sicure, aggiornare il software per garantire una protezione maggiore e, se possibile, disattivare i dispositivi quando si è in vacanza.

5. Limitare la visibilità online

Durante le vacanze, controllare le impostazioni della privacy dei social network utilizzati e limitare la magari la visibilità dei post agli amici è un’ulteriore sistema di sicurezza.

6. Attenzione alle offerte

I pacchetti di offerte, soprattutto se troppo belli per essere veri, possono nascondere virus informatici, spyware, ransomware o sistemi di phishing: prestare attenzione agli indirizzi di siti sospetti (con errori o diciture non ufficiali) ed utilizzare carte di credito prepagate può aiutare a proteggersi da questi rischi.

LEGGI ANCHE >>> Roaming marittimo, ecco come e quando attivarlo. Le offerte di Iliad

I consigli del Garante della Privacy: domotica, app e social media a rischio

Garante privacy estate
Come prepararsi alle vacanze, proteggendo la privacy (Unsplash)

7. Scaricare solo app sicure

Attenzione alle app per consigli turistici: bisogna sempre assicurarsi della fonte e scaricarle dai market ufficiali, dopo averne verificato l’affidabilità.

8. Attenzione al Wi-Fi

Se si usa la connessione Wi-Fi di hotel, stabilimenti e locali, è bene evitare di accedere a servizi online che richiedono credenziali di accesso o fare acquisti online con la carta di credito.

9. Aggiornare i software di sicurezza

Bisogna sempre assicurarsi, prima di partire, di aver aggiornato i programmi antivirus, magari dotati anche con funzionalità anti-spyware e anti-spam, per evitare i furti di dati e violazioni della privacy.

10. Proteggere lo smartphone in caso di furto

Oltre a prestare attenzione ai dati sensibili che si archiviano sullo smartphone e tenerlo sempre al sicuro con sé, è importante ricordarsi di effettuare il backup dei dati e di conservare con cura il codice IMEI, che si trova sulla scatola dello smartphone ricevuta all’acquisto ed è necessario per bloccare il dispositivo a distanza.

11. Comunicare con attenzione

SMS, chat ed app di messaggistica sono fondamentali in vacanza, ma anche possibili veicoli di spam e malware: non cliccare mai su link nei messaggi ricevuti se non si è sicuri della loro affidabilità.

12. Rispettare la privacy altrui con i droni

Infine, un accorgimento per i possessori di droni: se li si vuole utilizzare a fini creativi in spiaggia o in qualunque altro luogo si stia visitando, è bene ricordare di non invadere gli spazi personali e l’intimità delle persone. Le riprese realizzate non possono essere condivise su alcuna piattaforma senza il consenso dei soggetti ripresi.

LEGGI ANCHE >>> Truffa di phishing mascherata come aggiornamento: occhio a questa email