Galaxy Z Fold 3 e il dubbio processore: la firma di AMD sul nuovo flaghisp?

Il leakster Ice Universe mette in crisi le certezze sul processore di Galaxy Z Fold 3, aprendo la strada ad indiscrezioni destinate a trovar sfogo già nei prossimi giorni.

Galaxy Z Fold 3 AMD
Ci sarà anche AMD nel nuovo Galaxy Z Fold 3? (AdobeStock)

Samsung ha fatto accenno in questi giorni dell’esistenza di un Galaxy più potente di sempre, il cui debutto si consumerà al pubblico in occasione dell’evento del 28 aprile. Il protagonista principale non sarà certamente Galaxy Z Fold 3, ma sulla forza bruta del nuovo gioiello coreano non sembrano comunque esserci grossi dubbi. Le potenzialità balistiche del rinnovato pieghevole – peraltro il primo della serie a mettere in bella mostra l’iconica S-Pen – saranno sospinte da un processore di fascia altissima, sia pure probabilmente diverso da quello incastonato sull’apprezzata gamma Galaxy S21.

A sparigliare le carte è infatti il “solito” leakster Ice Universe, che a mezzo Twitter ha sganciato una indiscrezione destinata a riecheggiare anche nei prossimi giorni: il chipset di Galaxy Z Fold 3 è ancora top secret. Una conferma implicita, se vogliamo, della presenza tutt’altro che scontata del processore proprietario Exynos 2100, finalmente all’altezza della controparte Qualcomm dopo i problemi di surriscaldamento registrati con il modello dello scorso anno. Ma il discorso potrebbe addirittura estendersi allo Snapdragon 888 implementato sui Galaxy S21 americani. Insomma, il SoC del nuovo smartphone pieghevole di Samsung potrebbe stavolta non essere limitato al classico duopolio – per l’appunto Exynos e Snapdragon – che tiene banco da ormai qualche tempo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Voglia di Galaxy S21 FE? Ecco come sarà il nuovo smartphone Samsung

Le mani di AMD su Galaxy Z Fold 3?

Galaxy Z Fold 3
Logo Samsung (AdobeStock)

Tornano in quest’ottica a gran voce le parole proferite dal presidente di System LSI Business, Inyup Kang, in occasione dell’evento di presentazione del processore utilizzato sugli attuali portabandiera coreani. A un certo punto dell’evento, il dirigente ha infatti affermato – quasi a voler accrescere l’entusiasmo e la curiosità verso le strategie future – che “il prossimo prodotto di punta sarà impreziosito da una scheda grafica AMD“. La frase è tutt’altro che chiara, giacché l’accezione “prodotto” può essere declinata in almeno due versanti: potrebbe voler dire dispositivo di fascia alta – e qui torna prepotentemente in corsa Galaxy Z Fold 3, ossia lo smartphone Samsung più rappresentativo atteso quest’anno – oppure potrebbe essere intesa come “prossimo processore”. Delle due l’una, anche se non è escluso che tale affermazione possa abbracciare tutt’e due i significati. E cioè un pieghevole nuovo di zecca, condito da un SoC completamente diverso rispetto al passato.

In ogni caso, il gigante di Seoul si prepara a rivoluzionare l’esperienza hardware degli smartphone, chiamando a gran voce il sapiente contribuito di AMD. Grazie alle modifiche apportate dalla casa di Sunnyvale, in California, si dice che la scheda grafica dei prossimi processori di Samsung saranno in grado di competere ad armi pari con la GPU incorporata sul SoC Bionic di Apple.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Galaxy Z Fold, nessun modello economico in arrivo quest’anno

Vedremo se tale chipset possa trovar sbocco direttamente su Galaxy Z Fold 3, oppure bisognerà attendere – ed è forse questa l’ipotesi più accreditata – nel 2022 con la serie Galaxy S22, che potrebbe peraltro mettere in bella mostra la firma di Olympus per rivoluzionare il comparto fotografico.