Facebook avrà un nuovo volto nel 2022? La previsione

Il giornalista americano Robert Cringely abbozza una previsione inaspettata: Mark Zuckerberg potrebbe pensare di lasciare Facebook nel 2022. 

Mark Zuckerberg abbandona Facebook
Facebook (PixaBay)

Mark Zuckerberg pronto a lasciare il timone di Facebook? Più che una boutade si tratta soprattutto di una previsione, peraltro contornata da ipotetiche date, quasi ad avvalorare e a dar consequenziale credito all’argomento: il 2022 potrebbe infatti segnare l’anno del distacco dell’imprenditore americano dal popolare social network a tinte blu.

Ne è convinto il giornalista Robert Cringely, spingendosi addirittura in fantasiose ricostruzioni e, perché no, in paragoni piuttosto ingombranti. Come riportato nel blog personale dell’autore, Zuckerberg potrebbe lasciare il ruolo di amministratore delegato, nel tentativo di salvaguardare l’azienda – ma anche gli azionisti – e dare impulso alle nuove sfide che Facebook dovrà giocoforza fronteggiare negli anni avvenire. La motivazione? La stanchezza nel gestire in prima persona i problemi della società, peraltro in parte scemata – a dire dello stesso giornalista americano – nell’ultimo periodo, intriso di regole sempre più ingenti verso il social network fondato nell’ormai lontano 2004.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> WhatsApp e il virus della lista contatti: occhio a questo messaggio

Zuckerberg come Bill Gates e Larry Page?

Facebook addio Zuckerberg
(AdobeStock)

Dando ulteriore slancio al ragionamento di Cringely, emergerebbero altresì paragoni di un certo rilievo: la scelta di Mark Zuckerberg, tanto per farla breve, non sarebbe invero una novità assoluta, né tantomeno isolata. A detta del reporter statunitense, anche Bill Gates e Larry Page (i fondatori rispettivamente di Microsoft e Google, ndr) a un certo punto sono diventati così ricchi da stancarsi di seguire in prima persona le rispettive aziende, lasciando così spazio a forze nuove. La comparativa, peraltro, non è del tutto casuale, giacché trattasi di imprenditori assurti a modello di riferimento di Zuckerberg. E chissà che il giovane manager non possa emularli fino in fondo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Xiaomi Mi 11, ecco quando arriverà in Italia

A ciò si assomma un ulteriore fattore: le ambizioni presidenziali coltivate dal fondatore di Facebook. Un insieme di fattori, in buona sostanza, che potrebbe portare Zuckerberg a lasciare il ruolo di CEO del social network che ha fondato. Accadrà davvero? Il giornalista americano è pronto a scommetterci, ma non sulla data: “succederà, ma forse non nel 2022” sono infatti le parole conclusive del reporter. Vedremo nel prosieguo se la previsione si rivelerà corretta.