Due grandi emittenti raggiungono un accordo pluriennale: si uniscono per sempre

Arriva su Sky Q un’altro canale: stavolta si tratta di Rai Play. La piattaforma Sky è praticamente la più ricca che si possa trovare nel panorama italiano in fatto di numero di canali e piattaforme alternative, ed ora l’accordo pluriennale chiuso con la Rai porta anche Rai Play a far parte del bouquet di canali che girano su Sky Q.

Rai Play-Sky Q 20220812 cell
Rai Play-Sky Q accordo pluriennale

RaiPlay è una piattaforma streaming italiana gestita da RaiPlay e Digital, struttura della Rai. È stata lanciata il 12 settembre 2016 in sostituzione del portale web Rai.tv, a sua volta lanciato nel 2005 e noto fino al 2007 come Rai Click TV.

La piattaforma sarà inserita su Sky Q nella sezione delle app da dove sarà raggiungibile con i tasti del telecomando, ma chi ama i comandi vocali potrà anche usare quello di Sky Q chiedendo di aprire Rai Play.

Accordo Sky-Rai: un piccolo passo per l’uomo…

Rai Play 20220812 cell
Rai Play – Adobe Stock

Con l’accordo SKY arricchisce ulteriormente il numero di app accessibili attraverso SKY Q, la quale si conferma il punto di riferimento per chi vuole trovare, in un unico posto, tutti i contenuti SKY e quelli delle principali app in streaming. Sono molto soddisfatto di questo rapporto di collaborazione con un partner di eccellenza come Rai. Il ricchissimo catalogo di contenuti on demand e in streaming di Rai sarà così facilmente accessibile ai nostri abbonati Sky Q, e questo rafforza inoltre la nostra strategia di aggregazione dei migliori contenuti“.

Così parlò Andrea Duilio, Amministratore Delegato di SKY Italia, a commento dell’accordo pluriennale concluso con la Rai. A Duilio ha fatto eco Carlo Fuortes, AD di Rai SpA, il quale ha dichiarato: “Attraverso l’accordo con SKY Italia l’azienda di servizio pubblico potrà far vedere a un numero ancora più ampio di utenti le sue trasmissioni e renderà più ricca l’offerta multimediale della televisione italiana. Questo accordo ribadisce il pieno impegno della Rai ad attuare il Contratto di Servizio, garantendo l’universalità del servizio pubblico attraverso l’accessibilità della propria offerta sulle diverse piattaforme distributive televisive, in linea con l’evoluzione del mercato e con l’innovazione tecnologica“.

Dunque ora su Sky Q oltre ad applicazioni come Disney+, Netflix, e molte altre, si aggiunge anche Rai Play, il portale multimediale il cui slogan è “molto più di quanto immagini“, il che lascia presagire molti bei contenuti.

Rai Play è nata nel 2005 come Rai Click TV, un portale in cui potevano essere visionati gratuitamente, ma senza possibilità di download, buona parte dei programmi televisivi prodotti interamente o parzialmente dalla Rai. Per guardarli era necessario aver già installato sul proprio computer l’applicazione Windows Media Player 10 per la riproduzione dei file.

I programmi erano organizzati per categorie e sottocategorie e non erano inediti, bensì già trasmessi almeno una volta su un canale televisivo della Rai. Nel sito era facoltativo l’utilizzo del sistema RSS, per essere aggiornati in tempo reale su tutte le novità del sito.