Dubai, Love Lake: due cuori e un deserto

Love Lake. Si chiama così: il lago dell’amore di Dubai. Due cuori in un deserto visibile perfino persino dallo spazio. Una vera gemma nascosta nei dintorni della città più popolata degli Emirati Arabi, con due laghi intrecciati a forma di cuore che misurano ben 550 mila metri quadrati, vicino all’oasi di Al Qudra.

Love Lake, Dubai (Adobe Stock)
Love Lake, Dubai (Adobe Stock)

Quando pensi a Dubai, immagini il mitico Burj Al Arab, l’albergo più lussuoso dall’iconica forma di una vela, costruito su un’isola artificiale al largo della spiaggia di Jumeirah. Pensi alle torri più alte, ai centri commerciali più grandi. Ma ci sono anche attrazioni naturali. Il Miracle Garden? Non solo.

Il mondo è venuto a conoscenza del Love Lake quando il principe ereditario di Dubai, lo sceicco Hamdan bin Mohammed, ha condiviso una foto di questo lago artificiale sul suo profilo Instagram. Mai mossa fu più azzeccata, mai forma di pubblicità migliore. Da quel momento il Love Lake ha avuto – almeno fino all’arrivo della pandemia da Coronavirus – un crescendo rossiniano di visitatori, curiosi, turisti ogni mese.

Love Lake: 550.000 metri quadrati e 16.000 alberi

Love Lake, Dubai - L'ingresso (Adobe Stock)
Love Lake, Dubai – L’ingresso (Adobe Stock)

Situato nel mezzo di un deserto arido, Al Qudra Lake (l’altro nome di Love Lake) e la rigogliosa area verde che lo circonda hanno un aspetto ultraterreno. In mezzo a tanta sabbia, ecco questa macchia.

LEGGI ANCHE >>> Drone nel bowling, talmente incredibile da sembrare finto – VIDEO

Dall’alto la macchia diventa un’amorevole visione: Love Lake si configura come due cuori intrecciati. Due cuori su una superficie di 550.000 metri quadrati. Da qui il nome: Love Lake.

LEGGI ANCHE >>> Sex Toys aumentano con la pandemia, ma ci sono dei pericoli

Chiunque abbia il romanticismo nel cuore troverà questo posto irresistibile. La prima serie di cuori che ti accolgono nel parco è la grande scultura in legno all’ingresso. Love, love, love, c’è profumo di amore ovunque: nell’aria, in cima agli alberi, sulle pietre e sui muri e persino nell’acqua. Per renderlo ancora migliore, c’è una fantastica collezione di fiori e piante.

Ci sono oltre 16.000 alberi e piante nel parco che circonda Love Lake. I rami degli alberi, la begonia, gli arbusti, tutto è a forma di cuore. Un romanticismo allo stato… naturale. Il modo migliore per capirne il suo fascino, è chiaramente vederlo da almeno 50 metri di altezza, con un drone o un elicottero, anche se è necessario ottenere un permesso. In tempo di pandemia, Google Earth può rappresentare un palliativo sì, ma per un viaggio futuro.