Digi Mobil cambia tutto: Vodafone diventa l’operatore d’appoggio

L’operatore virtuale Digi Mobil cambia tutto ed è pronto ad accogliere Vodafone come operatore d’appoggio

digi mobil
Digi Mobil pronto a passare sotto rete Vodafone (Facebook)

Negli ultimi tempi, stanno nascendo nuovi operatori virtuali che propongono offerte molto convenienti e interessanti. Minuti, SMS e soprattutto tanti Giga di traffico dati ad alta velocità con costi sempre più al ribasso. Questi si appoggiano solitamente ad altri grandi colossi come TIM o Vodafone, che forniscono loro la rete effettiva.

Digi Mobil è uno di questi, e fino a poco fa faceva parte della rete di appoggio fornita da TIM. Da oggi domenica 17 gennaio 2021, però, cambia tutto. L’operatore virtuale si appresta infatti ad effettuare il passaggio a Vodafone, con alcune novità molto interessanti per ciò che riguarda coloro che già hanno sottoscritto un piano in abbonamento col provider.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Le reti migliori in Italia? La classifica di CheBanda tra conferme e sorprese

Digi Mobil, iniziata la migrazione verso rete Vodafone

offerte Iliad Iliad Point
Tutte le novità della migrazione (PixaBay)

Da oggi domenica 17 gennaio 2021, Digi Mobil entrerà a far parte della rete d’appoggio di Vodafone. La migrazione è ufficialmente iniziata, e dirà ufficialmente addio a TIM. Il tutto avverrà in modo graduale nei mesi di gennaio e febbraio, coinvolgendo tutti i clienti del provider virtuale: sia coloro che già hanno un abbonamento che i nuovi iscritti. Non bisognerà ovviamente cambiare SIM, trattandosi di un operatore Full MVNO.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Chicco BebèCare sbarca su Huawei AppGallery: i dettagli dell’app

In queste ore, coloro che sono già clienti stanno ricevendo un messaggio informativo dal numero 4077.Al fine di garantire offerte ancor più convenienti e vantaggiose in #stileDigi, a partire dal 17 gennaio 2021 la nuova rete d’appoggio sarà Vodafone” il contenuto dell’SMS. Sarà così possibile avere una connessione ad internet ancor più veloce rispetto a quella che già era presente, con picchi massimi di 100 Mbps in download e 50 Mbps in upload.