Effetto COVID: perfino Samsung paga dazio, milioni di perdita

L’emergenza sanitaria mondiale ha colpito due volte, umanamente ed economicamente. Milioni di morti e di perdite, perfino un colosso come Samsung paga dazio, causa pandemia da Covid.

Covid (Adobe Stock)
Covid (Adobe Stock)

Il colosso sudcoreano, azienda leader nel settore con oltre 80 milioni di unità vendute e il 22% di market share (più di Huawei, Xiaomi ed Apple) fa i conti dei danni causati dal Covid a livello di bilancio dell’anno solare. E il rosso è il colore che accende la spia dei numeri al ribasso.

Samsung, numeri da pandemia Covid

Borsa (Adobe Stock)
Borsa (Adobe Stock)

Samsung ha spedito circa 190 milioni di dispositivi fino a settembre 2020 e le proiezioni indicano che si fermerà a 270 milioni al 31 dicembre 2020. Le stime relative alle spedizioni si attesteranno al di sotto dei 300 milioni nell’anno 2020, un dato negativo che non accadeva da ben 9 anni.

LEGGI ANCHE >>> Carte di credito online, grossa novità da gennaio: cosa cambia

Incoraggianti, comunque, le previsioni per il 2021. D’altronde, come amava ripetere lo scrittore britannico Herbert George Wells, If you fell down yesterday, stand up today (se sei caduto ieri, alzati oggi), anche perché con l’arrivo dei vaccini – si spera – di poter debellare il COVID, per cui il 2021 si prospetta come un anno di rilancio. Samsung, in tal senso, ha anticipato le proprie previsioni per il 2021.

LEGGI ANCHE >>> Samsung non si accontenta: pronto anche il Galaxy M12, ci siamo quasi

La multinazionale di Taegu che comprende filiali in 58 paesi nonché numerose aziende affiliate, la maggior parte con il nome madre Samsung, mira a spedire 307 milioni di device con l’ampliamento dell’offerta degli smartphone di fascia media-bassa (vedi il Samsung M12) e di quelli economici con connettività 5G, promuovendo maggiormente i modelli pieghevoli.

Di questi 307 milioni di device, 287 milioni dovrebbero essere smartphone (dei quali almeno 50 milioni dovrebbero appartenere ai modelli top di gamma) mentre i restanti 20 milioni dovrebbero essere feature phone. Samsung vuole ripartire di slancio. Sin da subito. A gennaio la presentazione ufficiale della serie Samsung Galaxy S, che potrebbe regalare sorprese. E poi il Samsung M12: If you fell down yesterday, stand up today.