Così YouTube è pronto a spodestare TikTok. Prima su iOS poi anche su Android

Il 2021 ha segnato la definitiva ascesa di TikTok, arrivata fin su la vetta: social per distacco più utilizzato, dominio più cliccato al mondo, addirittura più di Google. Già, il colosso di Mountain View non resta con le mani in mano, ed ha in mente un qualcosa per spodestare il re dei social.

Youtube 20220418 tech
Youtube – Adobe Stock

Un’idea alla quale Google sta lavorando da circa un anno, da quando ha implementato la possibilità per i creatori di cortometraggi di campionare l’audio dai video, il cosiddetto remixing, in modo che un utente possa mettere il proprio sentiment nel contenuti che ama.

Oggi – spiega il blog ufficiale del colosso di Mountain View – mentre cerchiamo di espandere le nostre capacità di remix, siamo nelle prime fasi di lanciare un nuovo modo per remixare qualsiasi video idoneo su YouTube”. Con tanto di aggiornamento aggiuntivo, per rendere l’esperienza dei cortometraggi più immersiva e facilmente accessibile agli spettatori, su più dispositivi.

Come creare gli shorts su YouTube. La nuova funzionalità

YouTube 20220418 cell 2
YouTube – Adobe Stock

Google ha analizzato i feedback e le richieste degli utenti, iniziando l’implementazione graduale di una funzione che consentirà agli utenti di usare un segmento di 1-5 secondi da qualsiasi video o cortometraggio YouTube idoneo, nella creazione di nuovi contenuti del tutto originali.

Come utilizzare la funzione: tocca “Crea” e seleziona “Taglia” dalle opzioni di remix. “Da lì – continua il team di Google – potrai campionare un segmento del video da utilizzare nei tuoi contenuti”. Da uno shorts, puoi fare clic sul menu a 3 punti, selezionare “Taglia” e scegliere il segmento desiderato.

Ogni volta che viene creato un cortometraggio dai contenuti del canale di un utente, verrà ricollegato al video originale con un collegamento nel lettore cortometraggi. Il collegamento al video originale offre una grande opportunità per il pubblico precedentemente non sfruttato, permette di scoprire e interagire con i propri contenuti in un modo nuovo.

La nuova funzionalità in arrivo non sarà in un certo qual modo obbligatoria: se un utente non vorrà che i suoi contenuti in formato esteso vengano remixati da altri creator, potrà serenamente disattivare l’opzione, che sarà presente in YouTube Studio. Come per TikTok, i contenuti realizzati su YouTube a partire da un remix, conterranno un link al video originale.

Il nuovo modo di costruire uno shorts sarà prerogativa degli utenti iOS, addirittura nelle prossime settimane, mentre per coloro che si affidano al Robottino Verde bisognerà aspettare la fine dell’anno. Il terzo e ultimo passaggio avverrà sui tablet e la versione web di YouTube.

Siamo entusiasti di offrire a tutti altri modi per creare e guardare i cortometraggi”. Parola di YouTube: TikTok avvisato, mezzo salvato.