Cashback di Stato allarga il rimborso: incluse tasse, assicurazioni e multe

Il Cashback di Stato – bonus erogato dal Governo – si allarga ancora e ora include anche tasse, assicurazioni auto e multe: ecco come funziona

cashback di stato
Il Cashback di Stato si allarga e include ora anche altri tipi di pagamento (https://io.italia.it)

Ormai qualche settimana, il Governo ha lanciato ufficialmente il piano Cashback di Stato. Inizialmente dedicato al periodo natalizio e agli acquisti di fine anno, a partire da gennaio prenderà il via ufficialmente e coprirà tutto l’anno. Oltre alle compere effettuate con carte di credito e prepagate, ora il bonus si allarga anche ad altri tipi di pagamento.

Nello specifico, dal 1 gennaio 2021 il bonus sarà valido anche per tasse, assicurazioni per auto e multe. La maxi manovra del Governo riceverà quindi un upgrade importante con l’avvento dell’anno nuovo, e permetterà ai cittadini di ottenere una percentuale su quanto speso anche per tasse di ogni tipo. Vediamo nel dettaglio come funziona la richiesta e l’erogazione del bonus Cashback di Stato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Xiaomi Mi 11 Pro vicino al lancio? La probabile data scelta

Cashback di Stato, i rimborsi previsti dal Governo

cashback di stato
Ecco cosa cambia dal 1 gennaio 2021 (https://io.italia.it)

Dal 1 gennaio 2021, parte la prima vera e propria fase del Cashback di Stato, bonus lanciato dal Governo inizialmente per il periodo natalizio e che coprirà tutto l’anno nuovo. Scaricando l’app IO della Pubblica Amministrazione, sarà possibile iscriversi al programma e registrare tutti i metodi di pagamento utilizzati (carte di credito, prepagate, bancomat ecc.). In questo modo, ogni qualvolta effettuate un acquisto o pagate tasse, assicurazione auto o multe avrete diritto ad un rimborso pari al 10% del totale, per un massimo di 15 euro a transazione.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Offerte Tim, tutto illimitato e ben 70 Giga: ecco la Gold Pro 70 Giga

Ricordiamo inoltre che sarà necessario recarsi presso un esercizio fisico, mentre per le spese online non è prevista la copertura dal bonus. Per ciò che concerne il bollo o l’assicurazione, quindi, sarà necessario andare in tabaccheria o presso la filiale della vostra agenzia assicurativa. Stesso discorso per quanto riguarda le multe, per le quali sarà obbligatorio rivolgersi ad un ufficio postale.