Brutte notizie per gli utenti Spotify: la funzione tanto attesa è stata rimandata

Bisognerà aspettare il 2022 per accedere ad una delle funzioni più attese su Spotify. La notizia è praticamente ufficiale

spotify 20211224 cellulari.it
La tanto attesa funzione Spotify HiFi è stata rimandata all’anno nuovo (Adobe Stock)

Tra i servizi di streaming musicale più utilizzati al mondo, è impossibile non citare Spotify. La piattaforma svedese permette agli utenti abbonati (e non) di accedere ad un catalogo praticamente infinito di brani e artisti. E ci sono anche i podcast, format rivelazione dell’ultimo anno.

Gli sviluppatori di Spotify vogliono alimentare il successo del loro servizio a suon di novità. Una di queste è HiFi, di cui si era già parlato ad inizio 2021. Si tratta di un servizio che permette di ascoltare musica in qualità CD con formato lossless, uno dei migliori attualmente disponibili sul mercato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> TIM ingolosisce alcuni clienti: arriva una super promo con giga illimitati a un prezzo contenuto

Spotify HiFi rimandato, arriverà nel 2022?

spotify 20211224 cellulari.it
Non sono chiari i motivi che hanno portato ad un ritardo così importante (Adobe Stock)

A questo punto, la notizia è praticamente ufficiale: Spotify HiFi è stato rimandato al 2022. Il lancio della nuova funzione era inizialmente stato promesso entro la fine dell’anno corrente ma, visto il tempo residuo e la totale assenza di novità a riguardo, possiamo considerare ufficiale lo slittamento ai prossimi mesi. Non è chiaro il motivo che ha portato a questo ritardo, e nemmeno Spotify stesso ha mai fornito dettagli aggiuntivi in merito. 

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Samsung Galaxy S22, brutte notizie per gli utenti: il lancio è stato posticipato

Tra le ipotesi in ballo, c’è un possibile ripensamento da parte dei “piani alti” sul lancio della funzione. C’è anche chi pensa che non sia negli interessi di Spotify offrire una qualità di riproduzione HiFi, considerando che già oggi gli abbonati si dichiarano fortemente soddisfatti del servizio offerto. E infine molte persone non escludono possibili problematiche a livello legale, nel tentativo di aggiornare le proprie offerte musicali per l’HiFi. Si attendono informazioni aggiuntive in merito da parte dell’azienda stessa. The Verge ci ha già provato contattandoli, ma non è arrivata alcuna risposta.