Bonus TV per tutti: come richiederlo subito e a chi spetta

In vista dello switch off del Digitale Terrestre al DVB-T2, il Governo ha messo a disposizione il tanto discusso Bonus TV. Ecco cosa c’è da sapere

digitale terrestre
Ecco tutto quello che c’è da sapere sul Bonus TV messo a disposizione dal Governo (Adobe Stock)

A partire dal 2022, il nuovo standard DVB-T2 entrerà a far parte del Digitale Terrestre. Una roadmap quella del Governo che ha subito diversi rallentamenti e stop, ma che comunque dovrebbe portare alla “rivoluzione” entro la metà del prossimo anno. Ancor più scelta nei canali e proposte in Alta Definizione, ma che richiedono TV o decoder di ultima generazione.

È proprio per via di questo passaggio obbligato che, ormai da qualche mese, il Governo ha messo a disposizione il Bonus TV. Si tratta di un incentivo del valore massimo di 100 euro, di cui può usufruire qualunque cittadino residente in Italia con la rottamazione del suo vecchio apparecchio. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> eBay chiama Italia: i prodotti più acquistati dagli appassionati di tecnologia

Bonus TV, ecco tutto quello che c’è da sapere

digitale terrestre
Il Governo ha messo a disposizione l’incentivo per favorire la rivoluzione del Digitale Terrestre (Adobe Stock)

Partiamo da un presupposto fondamentale: il Bonus TV si divide in Rottamazione TV e TV-Decoder. Come si evince dal nome, il primo di questi è un incentivo economico che non necessita di esenzione Isee. Qualunque cittadino residente in Italia potrà farne richiesta e ottenere un contributo equivalente ad uno sconto del 20% sul prezzo di acquisto, fino ad un massimo di 100 euro. Bisogna però rottamare il vecchio televisore ed essere in regola col pagamento del canone Rai. 

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> WhatsApp e il test sulla nuova funzionalità in stile Pagine Gialle: di cosa si tratta

C’è poi il Bonus TV-decoder, secondo contributo messo a disposizione dal Governo e che, a differenza del primo, è utilizzabile esclusivamente dalle famiglie che hanno un ISEE inferiore ai 20.000 euro. Lo sconto in questo caso è pari ad un massimo di 30 euro, ma non richiede la rottamazione di un vecchio apparecchio.

Per usufruirne, è necessario scaricare un modulo apposito e compilarlo in tutte le sue parti. Al momento dell’acquisto di un TV di ultima generazione, basterà presentare la documentazione in cassa e il rivenditore provvederà ad applicare lo sconto richiesto.