Elon Musk coi suoi tweet sta facendo il bello e il cattivo tempo

Sarà un caso, sarà speculazione, sarà manipolazione di mercato, come più di qualcuno insinua. Sarà. Ma l’altalena sul quale sono saliti i bitcoin dipendono in gran parte dai tweet di Elon Musk. Pura coincidenza? Sta di fatto che è bastata un cinguettio del miliardario sudafricano, naturalizzato statunitense con passaporto canadese, per far decollare la regina delle criptovalute.

Elon Musk, i suoi twett variano l'andamento al cambio dei bitcoin (reuters)
Elon Musk, i suoi twett variano l’andamento al cambio dei bitcoin (reuters)

“Tesla potrebbe supportare nuovamente i bitcoin”. Booom, apriti cielo: il post di Elon Musk spacca, viene ripreso dai più importanti media del settore, i bitcoin tornano a volare: aumento di circa l’11% nelle ultime 24 ore. “Quando ci sarà conferma di un ragionevole (~50%) utilizzo di energia pulita da parte dei minatori con una tendenza futura positiva, Tesla riprenderà a consentire le transazioni Bitcoin”.

Elon Musk, altra retromarcia sui bitcoin. E le criptovalute tornano a volare

bitcoin, la criptovaluta pià famosa grazie a Elon Musk (Adobe Musk)
bitcoin, la criptovaluta pià famosa grazie a Elon Musk (Adobe Musk)

Il capo di Tesla ha anche aggiunto che la società ha venduto solo circa il 10% delle partecipazioni per confermare che il bitcoin potrebbe essere “liquidato facilmente senza spostare il mercato”. Elon Musk, però, era lo stesso che a febbraio aveva rivelato di aver acquistato 1,5 miliardi di bitcoin e che avrebbe accettato la criptovaluta come forma di pagamento per le auto (Tesla), prima di ribaltare tutto sospendo gli acquisti di veicoli e utilizzando i token virtuali citando l’uso crescente di combustibili fossili per la sua estrazione mineraria.

LEGGI ANCHE >>> Android Auto, fastidiosissimo bug con smartphone Samsung: i dettagli

Il processo di mining di bitcoin per creare nuove unità della valuta virtuale richiede la risoluzione di complesse equazioni matematiche dipendenti da alti livelli di potenza di elaborazione del computer. Eppure a seconda dei tweet del CEO di Tesla, i bitcoin scendono e salgono in borsa alla velocità della luce.

LEGGI ANCHE >>> Android Auto, fastidiosissimo bug con smartphone Samsung: i dettagli

Il rialzo dei bitcoin si è registrato nonostante il Comitato di Basilea abbia proposto un giro di vite significativo sulle esposizioni delle banche verso le criptovalute; inoltre, il Fondo monetario internazionale ha espresso preoccupazione per la decisione di El Salvador di adottare bitcoin come valuta legale.

Guardo caso, dopo quel tweet i bitcoin sfiorano i 40mila dollari al cambio, facendo salire anche Ethereum, cresciuto del 7% ed ora sui 2.494,12 dollari, Cardano (incremento del 9,72% a 1,56 dollari), ma soprattutto Dogecoin, l’altra criptovaluta fortemente sponsorizzata da Musk, che guadagna il 5,92% a 0,3278 dollari. Solo qualche giorno fa, Elon Musk aveva fatto perdere al Bitcoin il 5%, ora una retromarcia da +11%.

Inevitabile pensare a nuove regolamentazioni, visto che capi di Governo e banchieri centrali continuano a passarsi la palla senza mettere nulla nero su bianco, mentre Elon Musk coi suoi tweet sta facendo il bello e il cattivo tempo.