Bambina gira video su TikTok prima di morire, vicino gli entra in casa

Bambina gira video su TikTok poco prima di morire a causa di uno sconosciuto che è entrato in casa sua, con un arma da fuoco. 

TikTok
Bambina gira video su TikTok prima di morire (screenshoot)

TikTok è ormai il simbolo di una società che è sempre più coinvolta con in rete. Sono sempre di più le ore che si passano online, interagendo e parlando con gli altri. Infatti sono spesso coloro che vivono la maggioranza assoluta della propria giornata online, con tanti che finiscono per interagire e passare ore ed ore a parlare, fare video, ascoltare musica. Ed essendo lo specchio della società, i social network ne ritraggano anche le parti negative. Il bene e il male che ci caratterizzano, sempre, messo a disposizione di tutti coloro che vogliono guardare. Ed ecco perché non deve sorprendere anche il fatto che certe volte anche le cose più brutte della nostra società finiscano in rete. Come quello che è accaduto in Russia, precisamente nella città di Cita.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> MiHoYo vuole creare un mondo virtuale con un miliardo di utenti nel 2030

Bambina gira video su TikTok prima di morire

Pistola
Pistola (Pixabay)

Qui una bambina di appena 9 anni era rimasta in casa, da sola. Nelle prime ore della giornata un vicino sconosciuto era andato a bussare alla sua abitazione, minacciando tutta la famiglia. Passate delle ore, i due sposi sono usciti per fare delle compre, lasciando la propria figlia di 9 anni a casa da sola. Poco dopo lo sconosciuto in questione è tornato a bussare e minacciare la famiglia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> iPad Pro 2021 sfideranno i nuovi Mac grazie all’Apple A14X Bionic

La piccina, spaventata, ha girato un video su TikTok, in cui spiegava quello che stava succedendo. Poco dopo la tragedia. Infatti lo sconosciuto in questione ha deciso di aprire il fuoco, sparando verso la porta. Proprio dietro l’uscio, però, c’era la bambina di 9 anni, che è rimasta uccisa dagli spari. I genitori hanno spiegato alle autorità che l’uomo era un vicino disoccupato che si lamentava dei rumori fatti a causa dei lavori in casa. La coppia ha poi specificato che i lavori venivano svolti sempre ad orari consoni e mai nei weekend. Una vera e propria tragedia.