Asteroide, 21 marzo: il Sasso Spaziale si avvicina alla Terra. Ma…

Nome in codice 231937 (2001 FO32). Una sfilza di numeri per identificare un asteroide che orbita attorno l’orbita, classificato dalla NASA JPL come “potenzialmente pericoloso” a causa dei suoi passaggi ravvicinati previsti con la Terra, ma la Terra non rischia.

Asteroide (Adobe Stock)
Asteroide (Adobe Stock)

Il primo passaggio dell’asteroide è previsto per il 21 marzo 2021, quando sarà a 2.016,424 chilometri di distanza dalla Terra, alla velocità di 34.413. “Tornerà” il 22 marzo del 2052 a 2.833,045 km dalla Terra, a 33.529 km/s. Transiterà per la terza volta il 23 marzo del 2103 (3.160,482 a 34.445 km/s), poi il 25 marzo 2134 (a 7.158,683 km dalla Terra, velocità a 32.788 km/s).

Asteroide, le caratteristiche del Sasso Spaziale

Asteroide Sasso Spaziale (Adobe Stock)
Asteroide Sasso Spaziale (Adobe Stock)

Un passaggio storico per l’Asteroide 2001 FO32, il più grande Sasso Spaziale ad avvicinarsi al nostro pianeta nel 2021. Ma non ci sarà nessun impatto, tranquilli: la distanza è talmente lontano non avere nessun rischio.

LEGGI ANCHE >>> iPhone X, inedito modello scartato da Apple e mai commercializzato

L’Asteroide in questione fa parte della categoria degli Apollo, che incrociano da vicino l’orbita della Terra. L’eccentricità orbitale è stimata 0,826, mentre la magnitudine assoluta è 17,7.

LEGGI ANCHE >>> Se avete questa moneta da 5 lire possedete una piccola fortuna

2001 FO32 orbita attorno al sole ogni 810 giorni, avvicinandosi a 0,30 UA e arrivando fino a 3,11 UA dal sole. La sua orbita è altamente ellittica.

In base alla sua luminosità e al modo in cui riflette la luce, l’asteroide 2001 FO32 ha probabilmente un diametro compreso tra 0,767 e 1,714 chilometri, il che lo rende più grande del 97% circa degli asteroidi ma piccolo rispetto ai grandi asteroidi, di dimensioni molto approssimativamente paragonabili al Golden Gate Bridge.

L’orbita dell’Asteroide 2001 FO32 è determinata da osservazioni risalenti al 23 marzo 2001. Ufficialmente, l’ultima volta il 26 febbraio 2021.

L’IAU Minor Planet Center registra 190 osservazioni utilizzate per determinare la sua orbita. Altri oggetti aventi orbite che condividono caratteristiche simili all’asteroide 2001 FO32 sono: 1747 Wright (1947 NH), 1980 Tezcatlipoca (1950 LA) e 5828 (1991 AM).

Conosciamo il percorso orbitale del 2001 FO32 attorno al Sole in modo molto accurato, poiché è stato scoperto 20 anni fa ed è stato sempre monitorato”.

Paul Chodas, direttore del Center for Near Earth Object Studies (CNEOS), che è gestito dal Jet Propulsion Laboratory della NASA nel sud della California, tranquilizza tutti: “Non c’è alcuna possibilità che l’asteroide si avvicini di più alla Terra di 1,25 milioni di miglia”.