Apple Watch salva la vita ad una donna, una funzione da molti sottovalutata

Il futuro della salute è qui. Al tuo polso. Mai slogan fu più veritiero. Aumentano i casi nel mondo in cui un Apple Watch è provvidenziale, e con le sue qualità salva la vita delle persone. A pochi giorni di distanza da quell’uomo di 78 anni che era caduto rompendosi il naso e perdendo conoscenza, ma salvo grazie proprio a una delle funzioni di Apple Watch, il rilevamento delle cadute, ecco un’altra storia di vita reale.

Attacco di cuore (Adobe Stock)
Attacco di cuore (Adobe Stock)

Accadde nel Michigan. Una donna regala un Apple Watch al marito, che neanche poi impazzisce di gioia per un presente che non riteneva indispensabile per la sua vita, ma contraccambia. Ignaro che quei due orologi di nuova generazione saranno decisivi per festeggiare il loro 48esimo anniversario di matrimonio.

Non solo cardiofrequenzimetro e rilevamento delle cadute. La funzione del controllo dell’ossigeno nel sangue su Apple Watch

Apple Watch (Adobe Stock)
Apple Watch (Adobe Stock)

Mi sono accorta di avere una frequenza cardiaca di 169 battiti al minuto, ma non avevo fatto nulla di che, l’esercizio più stancante era quello di aver saliti 12 gradini. Preoccupatami, ho chiamato mio marito al lavoro e gli ho illustrato la questione, chiedendogli un consiglio, quello di chiamare il medico”. La storia raccontata Diane Feenstra, una donna di Norton Shores, parte da qui.

LEGGI ANCHE >>> I militari USA dicono addio ai loro Pokemon: lo strano episodio in Afghanistan

Nessuno sforzo, massimo 12 scalini saliti. Avevo avvertito un dolore alla mano sinistra, un piccolo gonfiore al piede sinistro e un’indigestione. Il dolore alla spalla proveniva dall’uso di un aspirapolvere che mi aveva provocato problemi ai muscoli. Su consiglio di mio marito sono andata al pronto soccorso”. Sottoposta a un esame specifico, elettrocardiogramma, si scopre che Diane aveva avuto un principio di infarto, senza accorgersene. “Penso che Dio abbia usato quell’orologio per avvisarmi del fatto che il mio cuore non funzionava correttamente“.

LEGGI ANCHE >>> TikTok dà nuova vita all’editoria: le librerie aprono a “BookTok”

Al di là della storia di Diane, le funzioni di Apple Watch sono da salva vita. Non solo il cardiofrequenzimetro e il rilevamento delle cadute. C’è anche il controllo dell’ossigeno nel sangue, con un sensore e un’applicazione rivoluzionari. Con l’orologio del colosso di Cupertino (serie 6) si può fare un ECG in qualsiasi momento, ovunque ti trovi. E tieni d’occhio tutti i parametri dei tuoi allenamenti su un display Retina always-on ancora più brillante. “Con Apple Watch Series 6 una vita più sana – si legge sul sito ufficiale di Apple – attiva e connessa è a portata di mano”.

Il Sensore Livelli O₂ è composto da quattro gruppi di LED e quattro fotodiodi. È integrato nel cristallo posteriore completamente ridisegnato, e funziona insieme all’app Livelli O₂ per determinare la quantità di ossigeno presente nel tuo sangue. LED verdi, rossi e a infrarossi proiettano la loro luce sui vasi sanguigni del polso, mentre i fotodiodi misurano la quantità di luce riflessa. Algoritmi evoluti calcolano quindi il colore del sangue, che indica la quantità di ossigeno al suo interno.

Grazie all’app ECG, gli elettrodi presenti nella Digital Crown e nel cristallo posteriore rilevano gli impulsi elettrici provenienti dal cuore. Basta tenere il dito sulla Digital Crown per generare in soli 30 secondi un elettrocardiogramma. L’app ECG ti dice se ci sono segni di fibrillazione atriale (una grave forma di alterazione del ritmo cardiaco) o se invece il tuo cuore batte con ritmo sinusale, cioè uniforme e normale. Per altre informazioni si può chiedere direttamente a Diane Feenstra.