Apple starebbe lavorando ad un drone: lo ha svelato un rumor

Secondo un rumor emerso in rete nelle ultime ore, pare che Apple stia lavorando al suo personale drone

drone apple
Apple starebbe pensando di dar vita al suo primo drone (screenshot)

L’universo Apple è pronto ad espandersi ancora. Dopo iPhone, iPad, iMac, Apple TV e chi più ne ha più ne metta, un altro dispositivo tech potrebbe presto entrare a far parte della famiglia. Stiamo parlando di un drone che, secondo un ultimo rumor che gira in rete, è già in fase di progettazione.

Nello specifico, è emersa una domanda di brevetto – pubblicata lo scorso mese – che ha suggerito tutto questo. Proprio nella giornata di ieri, poi, sono emersi altri due indizi che potrebbero fare una prova. Due domande di patent, relative sempre ai droni con tanto di documenti originali.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> WhatsApp, presto potremo nascondere un altro dato personale a persone specifiche

Presto Apple potrebbe lanciare il suo primo drone

App Mail Apple novità
Sono già spuntate ben due domande di brevetto (Adobe Stock)

Alcune domande di brevetto suggeriscono l’ultima idea balzata nella testa degli ingegneri Apple: un drone nuovo di zecca. La notizia è emersa nonostante l’azienda stessa abbia tentato in tutti i modi di nascondere i suoi documenti. Solitamente, ci sono due vie per fare ciò. La prima è quella che prevede il ritardo di pubblicazione della domanda di un brevetto, fino a qualche tempo dopo la sua presentazione. La seconda, banalmente, prevede invece la possibilità di presentare domanda al di fuori degli Stati Uniti.

FORSE TI INTERESSA Anche >>> Spunta uno spettacolare concept del nuovo Xiaomi 12 Ultra – FOTO

Solitamente Apple – essendo americana – si rivolge all’Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti (USPTO). Ed è proprio qui dunque che la maggior parte degli esperti vanno a caccia di indizi. Le domande presentate in altri paesi hanno invece meno probabilità di essere individuate. Chiaramente, come sempre in questi casi, la notizia va presa con le pinze. C’è la possibilità che tutto questo non vedrà mai la luce. Già in passato il colosso di Cupertino aveva presentato altri brevetti, senza poi svilupparli fino alla messa sul mercato.