WhatsApp, presto potremo nascondere un altro dato personale a persone specifiche

Nonostante una privacy policy chiacchieratissima, presto la app controllata da Meta alzerà ulteriormente il livello di riservatezza nei confronti di contatti specifici.

Whatsapp Privacy (Adobe Stock)
(Adobe Stock)

Volete nascondere la vostra attività online al vostro ex, a un parente troppo invadente o a un collega con cui non siete in grande confidenza? WhatsApp vuole mettere un’altra freccia al vostro arco della riservatezza, almeno quella interpersonale. Finita nell’occhio del ciclone per i cambiamenti riguardanti proprio la politica sulla privacy, la chat di proprietà di Meta (o Facebook, fate voi) sta spingendo proprio su questo aspetto, aumentando gradualmente la possibilità di nascondere determinati dati a determinati contatti.

In questo caso, la versione beta della app contiene un’opzione che vi consentirà di selezionare a quali identità della rubrica vorrete celare il vostro ultimo accesso. Si tratta della beta version 2.21.33.14, come al solito scandagliata dalla benemerita crew di WABetaInfo, che si occupa di tenere costantemente d’occhio il lavoro degli sviluppatori di WhatsApp. Vediamo cosa sarà possibile fare quando la feature sarà rilasciata pubblicamente.

Seleziona i contatti che possono vedere il tuo ultimo accesso

whatsapp
(Getty Images)

TI POTREBBE INTERESSARE>>>WhatsApp introduce una comodissima novità su Android: di cosa si tratta

Allo stato attuale delle cose, possiamo scegliere fra tre opzioni quando si tratta del nostro Ultimo Accesso. Ossia: mostrarlo a tutti coloro che per qualche motivo siano in possesso del nostro numero, mostrarlo solo ai contatti in rubrica, oppure tagliare la testa al toro e non mostrarlo a nessuno. In altre parole, per escludere qualcuno, dobbiamo schermare tutti. Ecco, la soluzione in fase di messa a punto ci permetterà di non essere così drastici e selezionare solo le persone a cui non desiderate far sapere se siete o meno su WhatsApp. Ovviamente, si tratta di un impedimento reciproco, nel senso che se decidiamo di non mostrare l’Ultimo Accesso al nostro capo, a nostra volta noi non vedremo il suo.

LEGGI ANCHE—>WhatsApp è ancora più attenta alla privacy grazie all’ultima utilissima opzione

Il percorso appare un po’ macchinoso, visto che sarebbe probabilmente più razionale consentire all’utente di decidere a monte chi è in grado di vedere cosa. Anzi, c’è chi ha già adottato una soluzione del genere, come la rivale Telegram, su cui è possibile impostare a priori quali sono i contatti con cui non avete problemi a condividere informazioni personali. Ciò detto, la proposta di WhatsApp è certamente una incoraggiante e va accolta con favore. Ripetiamo, per ora la nuova gestione dell’Ultimo Accesso è disponibile solo su Beta e non si hanno notizie su quando sarà rilasciata con aggiornamento pubblico. Ad utilizzarla per ora sono solo gli utenti iscritti al programma di testing, che è ormai pieno da tempo e non ammette nuovi ingressi.