Apple, spettro Covid-19: tutti i negozi che devono chiudere

La prossima apertura di fabbriche che Apple ha dato mandato a Luxshare Precision Industry di costruire non più a Taiwan, bensì nella Cina Orientale, cozza con lo spettro Coronavirus. I numeri da contagio del Covid-19 tornano ad essere preoccupanti, a tal punto che un gruppo di Apple Store verranno chiusi.

Apple, uno store 20211223 cell
Apple, ecco gli store che chiuderanno per il Covid – Adobe Stock

Negli Stati Uniti, dove i casi stanno esplodendo. Ma anche in Canada. Come rivela Bloomberg secondo cui il gigante della tecnologia di Cupertino ha temporaneamente chiuso otto sedi a causa dell’aumento dei casi di COVID-19, sia tra il pubblico che tra i suoi dipendenti.

La regola di Apple, in generale, è quella di chiudere un negozio al dettaglio se circa il 10% dei suoi dipendenti è risultato positivo al COVID-19. Ciò significa che se otto Store hanno chiuso, si è andati ben oltre.

Apple, offerte e alternative in tempo di pandemia da Coronavirus

Apple 20211223 CELL
Apple chiude gli store ma assicura le vendite online – Adobe Stock

Da martedì, dunque, sono chiuse le seguenti sedi degli Apple Store: Dadeland a Miami, The Gardens Mall a Palm Beach, Lenox Square ad Atlanta, Cumberland Mall ad Atlanta, Highland Village a Houston, Summit Mall in Ohio, Pheasant Lane nel New Hampshire, Sainte-Catherine a Montreal.

Ma anche gli Store alle Hawaii, nel Maryland, nell’Ohio, a Ottawa e in Texas sin all’inizio di questo mese, anche se è durata solo pochi giorni. Anche Uno dei suoi punti vendita a Miami, tuttavia, rimane chiuso. Questa la nota ufficiale di Apple, ripresa da Bloomberg:Monitoriamo regolarmente le condizioni e adegueremo le nostre misure sanitarie per supportare il benessere di clienti e dipendenti. Rimaniamo impegnati in un approccio globale per i nostri team che combini test regolari con controlli sanitari quotidiani. Mascherina per dipendenti e clienti, pulizia profonda e congedo per malattia retribuito”.

Nel tentativo di convincere le persone a convergere i loro acquisti (natalizi e non) con il servizio online, il colosso di Cupertino offre ai suoi clienti una “consegna gratuita tramite corriere in due ore su articoli idonei in stock“. L’offerta non si applica a “Mac personalizzati, prodotti incisi e alcuni tipi di ordine, compresi quelli pagati con finanziamento o tramite bonifico bancario“.

LEGGI ANCHE >>> Bug su Pixel 6: Google corre ai ripari disabilitando queste due funzioni

Ma finché il prodotto è idoneo e disponibile – sono le vacanze e le aziende stanno ancora lottando per la carenza di componenti, quindi la disponibilità sarà molto probabilmente limitata – gli acquirenti possono ricevere i loro ordini gratuitamente se ordinano, prima delle 12:00 del 24 dicembre.

LEGGI ANCHE >>> Alexa ha un grosso problema con i suoi utenti, Amazon al lavoro per capirne il motivo

La notizia arriva proprio nel momento in cui Apple aveva compiuto altre precauzioni contro la pandemia da Coronavirus, all’inizio di questo mese, in seguito all’aumento dei casi e all’emergere della variante Omicron. Aveva scelto di ritardare i suoi piani, che avrebbero dovuto iniziare a febbraio, e di ripristinare i requisiti per le mascherine in tutti i suoi negozi negli Stati Uniti. Ma per certi Store non c’è stato nulla da fare. Maledetto Covid-19, comprese le sue varianti.