Apple per Android: con questa app ritroverai sempre il tuo cellulare

Da Apple ad Android, spesso, il passo è breve. Il colosso di Cupertino lancia su Google Play una release per permettere anche i possessori di Android di individuare degli AirTag nei paraggi, che possono trovare un dispositivo perso.

Tracker Detect 20211214 cell
Tracker Detect, l’app Apple anche per Android (Adobe Stock)

Apple ha rilasciato una nuova applicazione chiamata “Tracker Detect” sul servizio di distribuzione digitale gestito e sviluppato da Google, progettata proprio per consentire agli utenti Android di individuare AirTag che potrebbero essere nelle vicinanze.

Secondo la descrizione dell’applicazione, Tracker Detect cerca i tracker di oggetti che sono separati dal loro proprietario e che sono compatibili con “Trova la mia rete”, quindi individuerà “AirTag”, ma anche altri dispositivi abilitati a “Trova il mio” come il tracker di oggetti Bluetooth.

Ora c’è una protezione in più per gli utenti di Android

Android 12 20211214 cell
Una protezione in più anche per gli utenti Android (Adobe Stock)

Un’idea, quella di Apple per gli utenti Android. Che possono eseguire la scansione per trovare un AirTag nelle vicinanze, se pensano che qualcuno stia utilizzando un AirTag o un altro dispositivo per tracciare la propria posizione. L’applicazione è pensata anche per un secondo scopo da non sottovalutare: alleviare i timori degli esperti, preoccupati che AirTag possa essere utilizzato in modo dannoso per tracciare la posizione delle persone.

LEGGI ANCHE >>> WhatsApp e i “superpoteri” per gli amministratori dei gruppi: le novità del nuovo aggiornamento

Per i possessori di un Melafonino, Apple aveva precedentemente introdotto diverse funzioni di sicurezza, incluso un avviso che consente a un utente di “iPhone” di sapere se un AirTag che non appartiene a loro lo sta seguendo. Non esisteva, però, una tale protezione per gli utenti Android, ora c’è proprio con il rilascio dell’applicazione Tracker Detect, su cui Apple ci stava lavorando su da tempo, da giugno per la precisione.

LEGGI ANCHE >>> iPhone 13 non risente dell’effetto svalutazione: il confronto con il rivale Android

Un documento di supporto Apple sulla funzione di Tracker Detect afferma che se l’applicazione rileva un tracker di articoli compatibile con AirTag o Trova il mio nelle vicinanze per almeno 10 minuti, è possibile utilizzare un suono per individuarlo. L’esecuzione di una scansione rivelerà qualsiasi AirTag nelle vicinanze e, dopo aver offerto uno strumento per riprodurre un suono per individuare l’AirTag, sarà cura di quelli di Cupertino offrire informazioni su come disabilitarlo, rimuovendo la batteria.

AirTag – si legge nel documento ufficiale di Apple – ti aiuta a tenere traccia e a trovare gli elementi che contano di più per te. Basta configurarlo con il tuo iPhone, iPad o iPod touch e collegarlo al tuo articolo e verrà visualizzato nell’app Dov’è”.

Il documento di Apple continua così, a scanso di equivoci: “AirTag sfrutta l’incredibile rete Trova il mio, una vasta rete di centinaia di milioni di dispositivi Apple che può aiutare – conclude lo stralcio del report – a determinare la posizione approssimativa delle tue cose, anche quando non sono nelle vicinanze”.