Apple Mappe, nuova funzione per evitare gli assembramenti

L’applicazione Apple Mappe si allinea a Google Maps introducendo una funzione che finora era appannaggio dell’app rivale. Il GPS rileverà infatti anche il grado di affollamento di un luogo, per evitare assembramenti.

Apple Maps (Adobe Stock)
Apple Maps (Adobe Stock)

In sostanza, Apple ha aggiornato le impostazioni sulla privacy di Maps, richiedendo agli utenti l’autorizzazione a tracciare in forma anonima i movimenti e gli spostamenti, al fine di verificare l’effettiva affluenza in un determinato luogo pubblico da parte degli avventori.

Apple Maps contrasta il Covid verificando gli assembramenti

Apple Mappe (Adobe Stock)
Apple Mappe (Adobe Stock)

Sebbene la privacy policy sia stata già resa nota, la funzione non è ancora disponibile sulla Mappe di Apple. Probabilmente sarà resa disponibile quanto prima, anche se per poterne usufruire gli utenti dovranno aggiornare il sistema a iOS 14.5.

LEGGI ANCHE >>> Smartphone Samsung Galaxy, fate attenzione a questo gioco

Nel frattempo Google Maps continua a farla da padrone rispetto a questa funzione in quanto l’app del colosso di Mountain View ha già rilasciato questa funzione da tempo e gli utenti che hanno Android ne possono usufruire da tempo.

LEGGI ANCHE >>> Million Day di oggi 16 marzo 2021: i numeri vincenti

Mappe è un’applicazione di web mapping sviluppata da Apple per i suoi sistemi operativi iOS, macOS e watchOS. Consente la navigazione turn-by-turn in macchina o a piedi.

L’applicazione era presente già dalla prima versione di iOS il 29 giugno 2007. Le mappe sono state fornite da Google fino al 19 settembre 2012. Una nuova versione del servizio è stata introdotta da Scott Forstall nella WWDC 2012 l’11 giugno, che avrebbe utilizzato il sistema di mappatura della stessa Apple con dati forniti da diversi provider tra cui TomTom e la cinese AutoNavi.

Il 10 giugno 2013, Craig Federighi ha annunciato, durante la WWDC, che Mappe sarebbe stata introdotta anche in OS X Mavericks nel tardo 2013.

Con l’aggiornamento iOS 13 viene introdotta Guardati intorno, nuova funzione simile a StreetView di Google Maps.

C’è da dire che Google, in questo senso, sembra essere stata sempre un passo avanti rispetto al suo diretto concorrente Apple, ma il colosso di Cupertino non ha nulla da invidiare ai “cugini” e si è sempre rimessa al passo.