Apple e iOS 15: stop ai downgrade, da qui si guarda solo avanti

Ogni software e sistema operativo ha le sue criticità, soprattutto non appena viene rilasciato. Questo perché solitamente i test che vengono effettuati sul funzionamento sono ovviamente teorici, o comunque non del tutto pratici, mentre la realtà dell’utilizzo dei device su cui vengono installati è direttamente proporzionale alla vita del suo utilizzatore.

Apple (Adobe Stock)
Apple (Adobe Stock)

In questo senso iOS 15 non è da meno: la nuova versione del sistema operativo di Apple, infatti, rilasciato da poche settimane, ha immediatamente fatto parlare di sé (e non necessariamente in positivo): è vero infatti che con la prima versione, la 15.0 di iOS, si sono riscontrati dei problemi e da Cupertino si sono affrettati a rilasciare una versione 15.0.1.

A seguire è uscita anche una nuova beta, la terza in tutto finora per iOS 15 (che si chiama iOS 15.1), che ha portato con sé altre novità all’inizio di questo mese. Solo che ora, non si può più tornare indietro.

iOS 15.0.1, non avrai altro sistema operativo più obsoleto di me

iOS 15 (Adobe Stock)
iOS 15 (Adobe Stock)

In sostanza il problema causato dalla versione iOS 15.0 era lo sblocco dell’iPhone che non riusciva ad avvenire da Apple Watch. Un bel problema per gli utenti, che immediatamente hanno fatto presente la problematica all’azienda, tanto che Apple si è messa subito a lavoro per risolvere questa questione.

LEGGI ANCHE >>> Tenere gli auricolari per troppo tempo fa bene? No, e c’è un motivo importante

Ecco allora che a inizio mese è arrivato iOS 15.0.1, in cui la promessa è stata mantenuta: Apple ha sistemato il big dello sblocco di iPhone tramite Apple Watch. Solo che in concomitanza con la release della versione aggiornata del sistema operativo, ha anche smesso di firmare a versione precedente, la 15.0.

LEGGI ANCHE >>> WhatsApp introduce una fantastica novità che riguarda (ancora) i messaggi vocali

Questo significa che gli utenti non possono più effettuare il downgrade alla versione precedente del sistema operativo una volta installata la versione successiva. E saranno quindi costretti ad aspettare la release dell’aggiornamento successivo del sistema operativo ad opera di Apple.

Di fatto non è cambiato moltissimo dalla prima versione a quella 15.0.1, a parte la sistemazione del bug relativo allo sblocco di iPhone con l’Apple Watch. Invece quello che ha portato con sé altre novità, più succulente e numerose, è la beta numero 3 di iOS 15, chiamata iOS 15.1 Beta.

Tra le novità incluse in iOS 15.1 beta 3 troviamo infatti l’introduzione del formato ProRes per i video che vengono registrati con i nuovi Melafonini iPhone 13 Pro e iPhone 13 Pro Max (1 minuto di video richiede circa 1,7GB in HD e 6GB in 4K) e il toggle per l’attivazione e la disattivazione automatica della macro. Tra le altre novità di iOS 15.1 beta 3 ci sono anche lo SharePlay e la possibilità di inserire il Green Pass nel Wallet. Ma questa funzione non è ancora disponibile in Italia.