Apple battistrada tra le aziende più innovative al mondo: la classifica

Un recente studio posiziona Apple in cima alla graduatoria delle aziende più innovative al mondo, quest’anno influenzata inevitabilmente dai vaccini Covid-19.

Apple aziende più innovative
Il Boston consulting group incorona Apple come azienda più innovativa al mondo (AdobeStock)

Apple è ancora l’azienda più innovativa al mondo. Il tradizionale consuntivo di “Boston consulting group” esalta nuovamente le capacità del gigante di Cupertino, da ormai qualche anno in pianta stabile nella speciale graduatoria che misura le potenzialità delle aziende più gettonate dei settori digitale e medico. Il prezioso riconoscimento acquisito dalla “mela” supera di slancio gli acerrimi rivali tecnologici, per una geografia di classifica pressoché immutata rispetto ai primissimi posti dello scorso anno: il gruppetto composto da Alphabet (Google), Amazon e Microsoft occupa ancora rispettivamente la seconda, terza e quarta piazza, mentre Tesla riesce a scalare sei posizioni dall’alto del suo quinto posto, alle spalle di Samsung, Ibm e Huawei, quest’ultima nuovamente di diritto nella top 10 delle aziende più innovative malgrado l’impatto dirompente del ban americano.

Nell’anno dei vaccini contro il Covid-19, si segnala invece l’importante cambio di passo di Pfizer (decima) e – sia pure in misura minore – delle aziende farmaceutiche che guidano in prima linea la lotta al coronavirus (J&J, Moderna e AstraZeneca, tutte occupanti i primi cinquanta gradini della graduatoria). In leggera flessione invece Facebook e Alibaba (rispettivamente tredicesima e quattordicesima), la cui capacità d’innovare non è stata ritenuta all’altezza dei competitors.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Polo logistico Amazon a Vicenza, dalla carta alla realtà: al via i lavori

La strada maestra dell’innovazione

classifica aziende più innovative
La pandemia accelera l’attenzione verso l’innovazione (PixaBay)

L’indagine promossa da Boston consulting group si basa su due differenti parametri, soggettivi ed oggettivi: in primo luogo, si è tenuto conto del risultato delle interviste condotte a 1.600 top manager su scala globale, mentre per il secondo aspetto si è puntato sull’analisi delle prestazioni delle principali aziende mondiali. Da qui è stata così stilata una graduatoria composta da 50 realtà aziendali, per l’appunto capitanata dalla battistrada Apple.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Nuovo tampone rapido in arrivo, finanziato da Bill Gates

Il sondaggio organizzato dalla società americana ha dato conferma dell’importanza strategica dell’innovazione, specie in contesti come quello dell’emergenza pandemica: il 75% degli intervistati la reputa una delle tre prerogative chiave nella propria azienda, mentre per un terzo è addirittura il fattore numero uno. Proiettando lo sguardo esclusivamente all’Italia, l’indagine mostra una realtà diversa: se il 50% delle aziende intervistate nel nostro territorio si è detta impegnata nell’innovare, soltanto il 43% prevede tuttavia di aumentare la spesa in tale settore. Numero, quest’ultimo, in chiaroscuro se si guarda al dato globale del 62%.