Apple, America fa pressioni per portare la produzione via dalla Cina

Usa contro Cina (Adobe)

Apple, l’America e il suo governo starebbero facendo pressioni sulla nota azienda per allontanarsi il più possibile dalla Cina.

Apple è una delle aziende più importanti del mondo, tra le migliori e più rappresentative della cultura americana e del modo di vivere occidentale. Proprio per questo i prodotti con la mela sono sempre più apprezzati e vengono sempre più largamente usati negli Stati Uniti d’America, specialmente in questo momento storico. L’amministrazione Trump, infatti, da quando si è insediata nella Casa Bianca dopo la vittoria delle presidenziali quattro anni fa, ha iniziato una guerra planetaria. L’avversario giurato è la Cina, il suo governo e soprattutto i suoi prodotti, in particolar modo quelli tecnologici. Più volte Trump ha affermato di come lo scopo ultimo delle tecnologie made in China sia di fatto spiare i cittadini americani e danneggiare l’economia del Paese intaccando il mercato dei prodotti fatti negli States. Ora però si sarebbe toccato un nuovo punto del conflitto.

LEGGI ANCHE —> Huawei vende Honor per aggirare il ban di Trump? Lo scenario

Apple, America fa pressioni per portare la produzione via dalla Cina

Apple

Secondo quanto riporta il noto sito di informazione Nikkei Asia, infatti, il governo degli Stati Uniti d’America avrebbe fatto delle pressini alle aziende. Apple e altri grandi marchi che concentrano la produzione dei propri beni in Cina sarebbero stati invitati durante degli incontri a Taiwan “molto poco piacevoli e strani” ad allontanare la produzione dalla Cina. Pare che la minaccia sia stata di essere colpiti con forza da Washington se il processo di allontanamento non inizierà subito. Dei rappresentanti del governo starebbero spingendo per colpire la Cina anche dal punto di vista industriale e della mera produzione dell’hardware, portando la battaglia ad un livello ancora superiore. Nei prossimi giorni potrebbero esserci maggiori informazioni riguardo questa complicata faccenda, che continua ad aumentare la tensione tra due superpotenze mondiali ai lati opposti della Terra.

LEGGI ANCHE —> Facebook e Twitter censurano Trump: “Influenza più letale di Covid”