Amazon Prime Video in modalità Hammer Time: assalto alla F1

Che sia calcio o motori, fa lo stesso. Amazon Prime Video spinge sull’acceleratore e continua la sua corsa sfrenata verso gli eventi sportivi. L’ultima pensata del colosso di Seattle è il business sul Circus della Formula 1.

Amazon Prime Video sulla F1 (Adobe Stock)
Amazon Prime Video sulla F1 (Adobe Stock)

L’assalto di Amazon sulla Formula 1 è più di un rumors, si evince chiaramente da un’intervista di Chase Carey, amministratore delegato uscente del Circus. “Amazon rappresenta un partner di estrema importanza e una opportunità per noi di espandere e far crescere il nostro business”. Attrazione biunivoca, dunque. Amazon spinge, la F1 ammicca all’idea di espandere il proprio bacino di utenti, puntando su pubblico giovane. Che usufruisce sempre più dei contenuti sportivi attraverso lo streaming.

Amazon-Liberty Media, pit stop

Anche la F1 su Amazon Prime Video? (Adobe Stock)
Anche la F1 su Amazon Prime Video? (Adobe Stock)

Fra il dire e il fare, però, c’è di mezzo la differenza fra domanda e offerta. Parte ancora distanti sull’aspetto economico per la trasmissione delle gare di F1 su Amazon Prime Video, rimarca sempre l’autorevole tabloid inglese, ma è innegabile che i primi contatti non escludono un’apertura prossimamente verso una vera e propria trattativa. D’altronde dopo un pit stop… go.

LEGGI ANCHE >>> Top topic 2020: Covid, CR7 e quello che non ti aspetti

Anche perché è chiaro che Amazon ha deciso di investire (e tanto) nello sport. Si è accaparrata la Champions League per i prossimi tre anni, sborsando 80 mln di euro per trasmettere alcune partite di mercoledì, con una squadra italiana, naturalmente, a far da traino.

LEGGI ANCHE >>> Telegram con pubblicità nel 2021: “Servono soldi per sopravvivere”

La Coppa con le Orecchie, ma non solo (si parla anche di prendere i diritti della Serie A) perché su Prime Video – sempre nel prossimo triennio – verrà trasmessa in streaming la Supercoppa Europea, senza – probabilmente – che il cliente debba pagare un sovrapprezzo per guardare le partite su Amazon Prime Video, al di là dell’abbonamento mensile che consente ad oggi di vedere per lo più film, serie e documentari molti dei quali di tema sportivo. Già, lo sport, non solo il calcio con l’assalto alla Serie A. Amazon va veloce, col gas a martello.