Alexa come il Grinch: puoi rovinarti i regali di Natale

Che sia un Assistente personale con la A maiuscola, premuroso e attento a soddisfare qualsiasi richiesta, non ci sono dubbi. Ma sotto Natale sua funzione può liberare un Grinch malefico in grado di rovinare le sorprese alla gente.

Grinch 20211214 cell
Alexa come il Grinch, attenzione alle sorprese di Natale (Adobe Stock)

Alexa è un assistente personale intelligente sviluppato dal colosso Amazon, utilizzato per la prima volta nei dispositivi Echo ed Echo Dot, sviluppati dalla sezione Amazon Lab126.

La sua forza sta nella tanto chiacchierata Intelligenza Artificiale, in grado di capire il linguaggio dei suoi utenti, fornendo informazioni di diverso tipo, eseguendo differenti comandi vocali, dialogando e rispondendo alle domande, con mille altre funzionalità. Fra queste, sotto Natale, ce n’è una che non va.

Il rimedio contro il Grinch Alexa è a portata di mano

Alexa (Adobe Stock) copia
Alexa, come neutralizzare il Grinch che ha dentro (Adobe Stock)

Dedicato agli incalliti fruitori di Amazon (Prime soprattutto) che non perdono occasione di comprare online tutti i giorni, figuriamoci sotto Natale. Ecco, loro in primis (ma anche gli altri) hanno l’opportunità di seguire lo spostamento del loro pacco, domandandolo proprio ad Alexa tramite lo smart speaker di casa.

LEGGI ANCHE >>> iPhone 14 Pro avrà una fotocamera avanzata: Apple sfida i migliori smartphone Android

Certamente questa funzionalità è molto utile in quanto fa guadagnare del tempo che si perderebbe a controllare il proprio pacco manualmente, ma sotto Natale rischia di rovinare sorprese e regali a tutte le famiglie con uno di questi dispositivi in casa, perché così tutti saprebbero tutto.

LEGGI ANCHE >>> Eletta la persona più influente dell’anno. E chi se lo aspettava

Cosa fare per non trasformare Babbo Natale Alexa in un Grinch? Il rimedio è a portata di mano, bisogna mettere mani alle impostazioni dell’assistente vocale: tap sull’app Amazon Alexa sullo smartphone, con la prerogativa di assicurarsi di essere autenticati con le credenziali legate al profilo aperto, sul portale di e-commerce.

Una volta entrati, è necessario trovare la voce “Shopping”, sita all’interno della sezione Notifiche. Qui c’è l’opzione relativa alle spedizioni, che può essere impostata in modo che vengano escluse da questa categoria le merci contrassegnate in fase di acquisto come regali, o che sotto le feste potrebbero ragionevolmente essere considerate regali dall’assistente vocale. Et voilà, il gioco è fatto.

Alexa annuncerà quando c’è un pacco in arrivo, quello sì, ma senza “spoilerare” né la data di consegna né soprattutto il contenuto della spedizione. Ultimo note bene: ricordarsi sempre di contrassegnare come “regali” gli acquisti effettuare sul portale, utilizzando l’opzione che appare in fase di finalizzazione dell’ordine.

Alexa ha un prezzo a seconda delle proprie esigenze, parte da 29,99 e arriva fino a 250 euro, circa. Il dispositivo più economico è Echo Flex, quello più costoso, invece, Echo Show. Il rapporto qualità-prezzo è ottimo, così come l’audio eccellente, dati prezzo e dimensioni, Hub Zigbee integrato; presente anche un sensore di temperatura integrato. Un contro c’è: non è adatto agli audofili. Forse ce ne sono due: potrebbe trasformarsi da Babbo Natale a Grinch: meglio usare certi rimedi.